Bologna, 27 aprile 2018 – C’è un luogo, a Bologna, dove i sapori d’Italia incontrano la musica del mondo. È il Parco della Zucca, in Bolognina. Qui per quattro giorni va in scena il Finger Food Festival, la manifestazione enogastronomica itinerante.

Si comincia domani, 28 aprile, e si va avanti fino al 1° maggio in un tripudio di profumi e sapori. I toscani propongono gli hamburger di chianina e il lampredotto, i pugliesi le bombette e le orecchiette, gli abruzzesi esibiscono i magnifici arrosticini, i marchigiani tentano i palati con le olive ascolane. Non mancano gli sciatt della Valtellina, le mozzarelle di bufala alla griglia, le arancine palermitane ripiene di melanzane: è un percorso che conduce al girone dei golosi. Ma ne vale la pena.

Anche perché le degustazioni sono accompagnate da una ricca programmazione musicale a cura di Estragon Club, che dà vita a live e dj set. Qualche nome? Il nuovo progetto ‘Slavi – Bravissime persone’, che riunisce componenti dei Nobraino, Duo Bucolico, Supermarket e How Beats Why. Poi ci sono la ‘Riserva Moac’ e gli ‘El V and the Gardenhouse’, i ‘Radio Reggae’ e i 'The Heathens’, la tribute band di Bob Marley.

Gli organizzatori hanno pensato anche ai bambini, i quali possono partecipare ai laboratori di Bradipo. Domenica 29 aprile e martedì 1° maggio (dalle 13 alle 15) è in programma un corso gratuito di piccola panetteria.

Le pietanze
Toscana: hamburger di chianina, lampredotto, peposo, porchetta
Emilia Romagna: gnocco fritto, tortellini, spiedini due torri, fritto misto di pesce dell’Adriatico, Birrificio Vecchia Orsa
Marche: olive ascolane
Puglia: orecchiette, burrate, pasticciotto, bombette della Valle d’Itria, panzerotto, puccia col polpo
Veneto: Birrificio Artigianale Lorenzetto
Abruzzo: arrosticini
Liguria: farinata, focaccia genovese
Lombardia: sciatt della Valtellina, Birrificio Barbanera
Campania: carne di bufala alla griglia e mozzarella di bufala alla brace
Sicilia: pane ca’ meusa, arancine, cannoli, stigghiola
Dal mondo: fsh & chips, paella, churros, tacos messicani, carni argentine


Orari e programma dei concerti

- Sabato 28 aprile: aperto dalle ore 12 alle 24
Alle 20.30 si esibiscono ‘I 3 della Banda Inferno’, tre membri dei Modena City Ramblers: Franco D’Aniello (flauto), Massimo ‘Ice’ Ghiacci (chitarra e mandolino), Davide ‘Dudu’ Morandi (voce e chitarra).
Alle 22 suonano gli ‘Slavi – bravissime persone’: Nestor, il Presidente (Nobraino); Jandu, il Duca D'Abruzzo (Supermarket); Rambo, il Maestro (Duo Bucolico); Pitone, la Mente (How Beats Why); Portone, l'Intellettuale di riferimento (Supermarket)

- Domenica 29 aprile: aperto dalle 12 alle 23
Alle 13 è la volta dei Radio Reggae, il duo elettro-acustico di Barcellona composto da Oski Jah (chitarrista, cantante e leader della band mestiza Zulu 9.30) e Topata (batteria, campionatori e sequenze elettroniche, anche lui proveniente dagli Zulu 9.30).
Alle 21.30 si esibiscono gli ‘El V and the Gardenhouse’.

- Lunedì 30 aprile: aperto dalle 18 alle 24
Alle 20 tornano i Radio Reggae.
Alle 21.30 spazio alla ‘Riserva Moac’

- Martedì 1 maggio: aperto dalle 12 alle 24
Alle 12 suona Dj Miss Moneypenny (Electro Swing)
Alle 21 tocca ai ‘The Heathens’, la tribute band di Bob Marley