Nel 1661 il cardinal Farnese emanò l’editto che ne regolamentava la produzione
Nel 1661 il cardinal Farnese emanò l’editto che ne regolamentava la produzione

Bologna, 22 ottobre 2018 - Fuori dai patri confini, la chiamano "bologna" o "bologni". In Italia, per lo più, mortazza. Ma per i bolognesi,  nuovi o vecchi che siano, è mortadella. Punto e basta. Una lady che mercoledì 24 ottobre verrà celebrata con un MortadellaDay che le riserverà tutti gli onori del caso. Anche perché Lady Mortadella, spesso coniugata ‘rosetta’, compie la bellezza di 357 anni. Senza perdere neppure un cicciolo di grasso. Era, infatti, il 24 ottobre 1661 quando il cardinal Farnese emanò l’editto che regolamentava la produzione della mortadella, primo passo formale che ha portato fino all’attuale regolamento di produzione certificato dall’Unione Europea.

Sotto le Due Torri è tempo di MortadellaDay o meglio Mortadella Bolognese Igp. Il Consorzio di tutela ha deciso di celebrare la storica ricorrenza con la prima edizione del Mortadelladay, un evento all’insegna di arte e cibo aperto a tutti che si snoderà tra piazza Maggiore e Fico Eataly World.

FOCUS: Da dove deriva il nome 'mortadella'

I festeggiamenti sono iniziati alle 11 sul sagrato della Basilica di San Petronio con la cerimonia di presentazione di una statua celebrativa della Mortadella Bologna Igp (FOTO), realizzata dallo scultore Nicola Zamboni, donata all’Arcidiocesi rappresentata dal vicario generale, monsignor Giovanni Silvagni.

Dal Crescentone, il MortadellaDay migrerà alla fabbrica trasparente di Mortadella Bologna Igp del Consorzio a Fico Eataly World (via Paolo Canarli, 8) dove, dalle 13.30, si potrà assistere a “The Mortadella Bologna Show”, spettacolo  accompagnato da degustazioni preparate dallo chef Marcello Ferrarini.

Nell’Arena di Fico, si terrà l’asta curata da Vittorio Sgarbi. Partecipano: Oscar Farinetti, Corradino Marconi e Gianluigi Ligasacchi rispettivamente presidente e direttore del Consorzio Mortadella Bologna. Per l’occasione verrà battuta l’opera realizzata dal vivo dallo street artist Mr. Wany. Si tratterà di un’asta baratto, dove alcuni degli operatori di Fico potranno barattare i loro prodotti di qualità con l’opera d’arte. Il ricavato sarà devoluto a favore degli sfollati del Ponte Morandi di Genova.

Infine, l’aperitivo “Mortadella Sour” e una novità assoluta: i palloncini commestibili alla mortadella, a cura del bartender Alex Fantini.