Michela Murgia con Michela Tagliaferri (6 ottobre)
Michela Murgia con Michela Tagliaferri (6 ottobre)

Bologna, 11 settembre 2019 - E' diventato un laboratorio dove si sperimentano, liberi dagli obblighi del mercato, i linguaggi creativi della contemporaneità. Che sono sempre di più il frutto di intrecci, sovrapposizioni, viaggi nelle riletture e nelle citazioni che, sotto la splendida volta dell'Oratorio di san Filippo Neri , si mescolano e diventano spettacoli, grazie al sostegno della Fondazione del Monte. Succede anche quest’anno con la nuova stagione dello spazio di via Manzoni 5 che, da oratorio è diventato, appunto, ‘laboratorio’. Con uno sguardo che attraversa il confini, ad iniziare da quelli geografici come nel ciclo curato dal Fai 'L'altra riva'. «Un ponte verso culture altre», per usare le parole del presidente del Fai Emilia Romagna, Marina Senin Forni. Primo incontro il 24 ottobre dedicato al Mediterraneo e alle sue sponde. Ospite il musicista del Mali Kalifa Kone.

E proprio dall’incontro dei suoni con linguaggi diversi, questo festival si nutre. Quelli ‘indie rock’ dello Stato Sociale, ad esempio, che il 19 settembre presentano in anteprima il loro nuovo libro Sesso, droga e lavorare. Parole e tante canzoni su come si costruiscono i miti contemporanei e come il concetto di ‘autenticità’ sia ancora più flessibile dei lavori che ai giovani vengono offerti.

Con qualche assoluta anticipazione sul nuovo album al quale i rocker bolognesi lavorano in questi giorni. E al rock, quello più d’avanguardia, si è rivolto uno che i romanzi li scrive per professione, Marcello Fois , che porta alla rassegna il suo lavoro di recente pubblicazione 'Petro e Paolo'. Il 17 settembre sarà sul palco per un concerto-lettura con Davide Boosta Di Leo, uno dei componenti dei Subsonica. Sicuramente avvolto da atmosfere più melodiche l’appuntamento comn Maurizio De Giovanni e le sue Canzoni per il commissario Ricciardi. Le pagine più ‘musicali’ delle storie del ‘suo’ poliziotto diventeranno delle ballate, interpretate da un quartetto guidato dalla cantante Marianita Carfora. Arricchisce la sezione ‘letteraria’ della stagione la conversazione con Dori Ghezzi, che il 19 ottobre rievocherà la figura del marito Fabrizio De André cui ha dedicato Anche le parole sono nomadi. Sul palco anche Bruno Sconocchia, che di De André è stato a lungo manager. Presenti in questa sezione Lella Costa con il suo libo 'Ciò che possiamop fare' , sulla figura di Edith Stein (12 ottobre) e Stefano Massini  con Ladies Football Club (13 ottobre. Il Mulino porta il ciclo mattutino (ore 10.30 con colazione offerta) Sapce Invaders. Come gli alinei ci hanno conquistato . Si parte il 6 ottobre con il cinema di fantascienza evocato da Giacomo Manzoli e Massimo Scaglioni .

Info: programma completo su www.oratoriosanfilipponeri.com