Lo scrittore e conduttore tv Carlo Lucarelli
Lo scrittore e conduttore tv Carlo Lucarelli

Bologna, 14 novembre 2018 - ‘Il tarlo della verità. Storie di dignità, giustizia e ribellione’ ovvero le sfide civili del nostro tempo affrontate nell'ottica della battaglia culturale faranno da filo conduttore alla XIV edizione di Politicamente Scorretto, il progetto ideato dall'Istituzione Casalecchio delle Culture con Carlo Lucarelli che mira a combattere le mafie e la corruzione con le sole armi della cultura (Per info: www.politicamentescorretto.org. Inoltre gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta streaming sul canale Youtube di Casa della Conoscenza).

Molte le sfide civili nel mirino di Politicamente Scorretto affrontate dal 19 al 25 novembre: le scorciatoie del fascismo di fronte alle fatiche della democrazia, l'incombere della criminalità organizzata su tutto il territorio italiano, le ragioni delle migrazioni e le possibili risposte. Una finestra importante sarà aperta sulla sentenza del processo "Aemilia" per vedere cosa accade in “casa nostra". E fuori dai confini emiliano romagnoli, Politicamente scorretto viaggerà dalla Sicilia di Peppino Impastato e di "Addio Pizzo" a Napoli e alla Terra dei Fuochi raccontate da Mimmo Borrelli, passando per la Calabria ionica dura e accogliente con Gioacchino Criaco e Peppino Mazzotta.
Molti gli ospiti, 34 da ascoltare nei 18 appuntamenti.

Si comincia lunedì 19, alle 21 al Teatro comunale Laura Betti, con la scrittrice Michela Murgia e le sue paradossali Istruzioni per diventare fascisti.

Il rapporto tra criminalità organizzata e le istituzioni è il filo conduttore di La voce di Impastato di Ivan Vadori (20 novembre alle 17 alla Casa della Conoscenza) e L'impresa grigia di Stefania Pellegrini (sabato 24 alla Casa della Conoscenza).

La necessità di uno sguardo complessivo sulla gestione della cosa pubblica al di là dei singoli "casi" anima Lo zen e l’arte della lotta alla corruzione (venerdì 23 alle 15 nelle sede del Municipio), il cui autore Lucio Picci parteciperà all'incontro per i dieci anni di diritti garantiti dallo Sportello polifunzionale "Semplice" del Comune di Casalecchio di Reno.

La Calabria degli anni '60 e '70, tra rivoluzioni mancate e violenta oppressione sociale, rivive nei romanzi La maligredi di Gioacchino Criaco e Il figlio prediletto di Angela Nanetti. Sono invece di oggi le storie raccolte da Giovanni Tizian, tra i minori allontanati dai nuclei familiari della 'ndrangheta e portati verso un futuro diverso e difficile, in Rinnega tuo padre (sabato 24 dalle 15 alla Casa della Conoscenza).

Claudio Lolli, scomparso ad agosto, oltre a un grande cantautore è stato, per tanti, un maestro grazie al suo lungo insegnamento al liceo "Leonardo da Vinci". A ricordarlo nell'incontro "Poeticamente Scorretto" a lui dedicato saranno quindi colleghi ed ex studenti del liceo, insieme all'assessore del Comune Matteo Lepore e a un altro grande cantautore bolognese come Luca Carboni (Sabato 24 alle 10 alla Casa della Conoscenza).

Doppio appuntamento con Mimmo Borrelli, uno degli esponenti più importanti del teatro italiano odierno: alla Cineteca di Bologna per la proiezione del documentario 'A Sciaveca che lo vede protagonista, e al Teatro Betti di Casalecchio per la sua acclamata e dolorosa Napucalisse, il primo dei 4 appuntamenti dell'abbonamento "Politicamente Scorretto", cui faranno seguito, da qui a marzo 2019, gli spettacoli di Moni Ovadia, Carrozzeria Orfeo ed Elio Germano.

Politicamente Scorretto non dimentica la sua attenzione alle giovani generazioni, attraverso tre appuntamenti riservati alle scuole cui si aggiungono il racconto dell'esperienza del liceo da Vinci nella Sicilia che lotta contro il racket e il tradizionale appuntamento con "Il primo piatto della legalità", tutto fatto di ingredienti coltivati sui terreni sottratti alle mafie, che Melamangio ed Elior portano martedì 20 novembre in tutte le mense scolastiche di Casalecchio di Reno e Zola Predosa.

Tra gli altri protagonisti di questa XIV edizione, la scrittrice e giornalista Angela Iantosca, il fotografo Elia Falaschi, i magistrati Francesco Maria Caruso e Giuseppe Spadaro, il giornalista Enrico Fontana, l'esperto di relazioni internazionali Francesco Strazzari, l'attore Peppino Mazzotta e lo sceneggiatore Fabio Bonifacci.