Quotidiano Nazionale logo
2 mag 2022

Ristoranti etnici Bologna, guida al gusto internazionale

Cucina etiope, persiana, indiana e tanto altro. Ecco alcuni dei posti in cui farsi sorprendere dalle tradizioni culinarie di tutto il mondo

matilde gravili
Cosa Fare
featured image
Commensali seduti al tavolo di un ristorante etnico

Bologna, 2 maggio 2022 - Se cercate un buon ristorante etnico che non sia il solito all you can eat, ecco alcuni ristoranti di cucine provenienti da tutto il mondo che fanno al caso vostro.

Cucina giapponese

Yuzuya, ristorante giapponese, via Nicolò dall’Arca 1
L’unico ristorante giapponese autentico a Bologna è forse questo: Yuzuya offre i piatti tipici della tradizione. Spoiler alert: non c’è solo sushi, anzi, da Yuzuya non c’è quasi mai. Da provare la formula Teishoku, mini portate servite su un vassoio insieme a un piatto principale.

Temekeria Shohag, via Nazario Sauro 14b                                                                                                                                                   
In origine aperto in via Murri 80 e solo da dicembre in via Nazario Sauro, Temekeria Shohag offre piatti della tradizione giapponese con sentori derivanti dalla tradizione brasiliana. Oltre al cibo, il locale ha anche un servizio bar con un angolo dedicato esclusivamente alle bevande giapponesi. Da provare il tè verde che è un infuso della Bancha e il classico sakè.

Seta sushi lab, Corte Isolani 2
A Corte Isolani, Seta sushi lab è un locale raffinato che offre un vero e proprio viaggio alla scoperta della tradizione giapponese. Sia a pranzo sia a cena è possibile optare tra la formula “Omakase”, al banco, attraverso un percorso di piatti creati dallo Chef Glen Cueto, e quella al tavolo, scegliendo tra le diverse pietanze del menù.

Sicilyn, fusion giapponese-siciliano, via Massarenti 54F
Questo ristorante è un piccolo laboratorio del gusto, dove il Giappone incontra la Sicilia. La cucina viene gestita da Noriko Tamaya e da suo compagno di vita siciliano. Le loro tradizioni culinarie si fondono in sapori nuovi e sperimentali. Da provare le Temari zushi, polpettine di riso ricoperte di gamberetti di Mazzara del Vallo conditi con salsa di capperi e prezzemolo, oppure salmone con pesto di basilico.

Yoshi, cucina giapponese, via Emilia Levante 164
Oltre al sushi, da Yoshi potrete assaggiare un’ampia e deliziosa varietà di pasta giapponese: ramen, udon ma non solo: lasciatevi tentare dai carpacci e dagli yakimono, piatti tradizionalmente preparati alla piastra.

Carnivore Union, via Centrotrecento 1/B
Oltre ai piatti più famosi, da Carnivore Union troverete anche quelli per chi non ha paura di niente, come il cervello di vitello. Il piatto forte è poi l’hot pot, una grande pentola di brodo da condire con i più svariati ingredienti.

Cucina persiana

Pars, ristorante persiano , via Pietro Lianori 16 A
Pars è un piccolo ristorante persiano a conduzione familiare situato alle porte della Bolognina. Varcando la soglia del Pars tutto parla di Iran, dalla musica ai tappeti, dalla cucina alle bevande. Da non perdere il riso al vapore con arance, mandorle e zafferano.

Sadeh il sole, ristorante persiano, via Porrettana 188
Grazioso ristorante con vista sul fiume Reno, offre piatti tradizionali persiani con menù degustazione per i più indecisi e chi non è avvezzo a questa cucina. Oltre al cibo, da provare assolutamente la dug, una bevanda persiana a base di yogurt.

Cucina cinese

Amole, cucina cinese, via Malcontenti 11
Nato dal sogno dello chef Chao Zeng, e realizzato con amici italiani e cinesi, Amole vi regalerà esperienze uniche con i piatti tipici del Sichuan, una delle regioni enogastronomiche più variegate al mondo. L’ambiente è molto accogliente, con zona bar per the, cocktail, aperitivi, e sala interna con cucina a vista.

Jiani’s bistrot, cucina cinese e drink, via del pratello 58/A
Nato da un'idea vincente di Gianni Xie, Jiani’s bistrot offre drink estrosi e di qualità, ma non solo: ai fornelli la mamma del proprietario e il suo aiuto cuoco propongono veri piatti della tradizione cinese, dai ravioli chiusi a mano da lei ai bao, dagli yakisoba al pad thai. Da provare se si vuole andare oltre alla solita cucina cinese all you can eat.

Haowei, ristorante cinese,  via Casoni 2
“C'è vita oltre l'involtino primavera!”, questo è lo slogan del ristorante Haowei, dove potrete fare un viaggio gastronomico alla ricerca dei veri sapori orientali. Lo chef propone tre menù degustazione completi, a scelta tra carne, pesce o misto per due persone. Per un’esperienza a 360 gradi, non fatevi scappare il menù tre, quello misto.

Be’mo, via Petroni 21/A
Un piccolo locale nel centro della vita universitaria bolognese. Il menù propone pochi piatti, ma di prima scelta e grande qualità. Indimenticabile il rogamo, un piccolo panino di farina di grano, con manzo, suino o verdure miste.

Cucina indiana

Moghul, ristorante indiano, via dell’inferno 14
Piccolo e silenzioso ristorante nel ghetto ebraico. I piatti sono formidabili e, da lunedì a venerdì - solo a pranzo - è possibile fare una degustazione con il menù fisso a soli 12 euro. Un must è il pollo alla menta.

Taj Mahal, ristorante indiano, via san Felice 92
Considerato il ristorante indiano più buono di Bologna da molti cittadini, il Taj Mahal offre una grande varietà di piatti tradizionali, con menù alla carta, manù degustazione e menù all you can eat da lunedì a giovedì. Il loro murg tandoori, pollo al forno speziato, è imbattibile.

Cucina afghana

Kabulagna, cucina afghana via Saffi 81/c
Kabulàgna è una trattoria che propone pizza, tortellini e…cucina afghana. Tutto merito di Jan, il proprietario, che si è trasferito a Bologna dopo essere fuggito dall’Afghanistan nel 2007 e che ora sente sue entrambe le cucine, quella emiliana e quella della sua terra.

Cucina etiope

Adal, ristorante etiope, via Giorgio Vasari 7
Dal 1990 il ristorante è un vero e proprio simbolo della cucina Etiope. Il menù offre una panoramica dei sapori di tutta l’Africa, dal zighnì (carne di manzo e verdure) al cous-cous, dallo yassa (riso con pollo, limone e cipolla) all’alicià (enjera condita con misto di verdure stufate e contorni), seguendo percorsi gastronomici ricchi e affascinanti. La loro specialità è il maadì, un abbondante piatto unico composto da Enjera (il loro pane piatto) carne, riso e verdure.

Habesha, cucina etiope, via Ferrarese 113
Il ristorante, l’atmosfera e il personale è in grado di portare i commensali in Etiopia pur rimanendo a Bologna. Come da tradizione, da Habesha mangiare con le mani e l’enjera è d’obbligo. Non fatevi scappare la crema di lenticchie!

Cucina greca

Ristorante greco Mythos, via Carlo Sigonio 3/A
A pochi passi dal liceo Fermi di via Mazzini, il ristorante greco Mythos offre diatti tipici greci con ingredienti freschi e tipici come non li avete mai gustati, accompagnati dalla birra tradizionale Mythos o dal vino greco. Il pezzo forte è il Suzukakia, un piatto unico con riso e polpette di vitello al pomodoro.

To Steki, ristorante greco, Largo Respighi 4
Tappa fissa degli universitari bolognesi e sempre molto affollato sia a pranzo che a cena, To Steki propone un'ampia selezione di piatti tipici greci, dagli antipasti al dolce, dalle pite al Retsina, il vino bianco tipico stagionato con l'aggiunta di resina.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?