Stefano Bascheri, Lucia Gazzotti, Matteo Lepore e Manes Bernardini (FotoSchicchi)
Stefano Bascheri, Lucia Gazzotti, Matteo Lepore e Manes Bernardini (FotoSchicchi)

Bologna, 10 settembre 2019 - Tacchi a spillo che discendono eleganti gradini, le luci e Lucio a fare da sfondo e la grande festa a seguire. Ricorderà l'annuale spettacolo della romana piazza di Spagna, ma avrà un'impronta decisamente bolognese, l'evento in bilico tra musica e moda che, sabato 14, farà brillare la scalinata del Pincio. Il monumentale affaccio su via Indipendenza del Parco della Montagnola, infatti, sarà la sede di Bologna Valley, manifestazione nuova di zecca nata dall'incontro tra l'anima modaiola del Centergross e quella, legata alla musica contemporanea, di Kong.

La serata, in programma dalle 20 alle 1 di notte con relativa chiusura al traffico di via Indipendenza, comincerà al tramonto con la sfilata di 18 outfit realizzati dai brand Kontatto, Le Streghe, Susy Mix e Rinascimento, seguita dalla calda vice di Iskra Menarini, che reinterpreterà alcuni dei brani più famosi di Lucio Dalla.

Poi, dalle 21, la notte di festa sostenuta da Confcommercio Ascom, Intesa Sanpaolo, Allianz e Fondazione Fashion Research Italy lascerà spazio alle consolle di una gloria nostrana della scena house e di un grande ospite internazionale, grazie ad Andrea Bassi e Michel Cleis.

"È una grande idea, che ci aiuterà a raccontare quanto fatto per sottrarre la Montagnola al degrado dem passato", ha commentato l'assessore comunale a Turismo e Cultura, Matteo Lepore, mentre la presidente di Centergross, Lucia Gazzotti, ha parlato di "una nottata che si preannuncia indimenticabile".

Si tratta di un progetto, come ha del resto spiegato Manes Bernardini, direttore artistico di Bologna Valley "di valenza sociale prima che commerciale", con Stefano Baschieri di Kong che, infine, ha ricordato "la volontà della nostra associazione di puntare sempre sul rilancio di location storiche, da reinterpretare a nostro modo".