La presentazione di Sport Day (foto Schicchi)
La presentazione di Sport Day (foto Schicchi)

Bologna, 11 settembre - Domenica torna l’attività sportiva in Montagnola con la sesta edizione dello ‘Sport day’. L’evento, patrocinato dal Comune, è organizzato dagli enti di promozione sportiva Csi (Centro sportivo italiano), Uisp e Aics, con la collaborazione della Consulta comunale dello sport e di Coni point Bologna.

Adulti, ragazzi e famiglie potranno visitare numerose aree tematiche, divise tra la Montagnola e piazza VIII agosto, in cui più di 30 società e federazioni sportive del territorio proporranno attività legate a oltre 100 discipline. I cittadini potranno così godersi le esibizioni o partecipare in prima persona a una giornata all’insegna dello sport e del divertimento. Arti marziali, atletica leggera, automobilismo, calcio, basket, cheerleading, danza, fitness, ginnastica artistica e ritmica, go-kart a pedali, pallavolo, pattinaggio, pesca sportiva, sitting-volley (pallavolo seduti), subirei (con i campioni nazionali in carica), scherma storica, tiro con l’arco e... tanti tanti altri.

Sport day partirà domenica dalle 10 e andrà avanti fino alle 19, con una pausa pranzo di due ore dalle 13 alle 15 in cui sarà possibile usufruire anche del punto ristoro all’interno del parco della Montagnola di ‘Adesso pasta - Car restaurant’ e il food corner di Binario69. Spazio al divertimento anche con musica e concerti fino a orario aperitivo. Per l’edizione annuale gli organizzatori hanno messo in campo anche diverse novità d’eccezione: i bolognesi potranno ammirare presso l’area dedicata all’automobilismo la scocca di una monoposto di Formula 1 appena uscita dal circuito di Monza, dove si è svolto da pochissimo il gran premio stagionale, insieme anche a una Lamborghini. Ma non solo, perché i visitatori troveranno davanti agli occhi anche la Coppa del mondo under-21 di pallavolo, esposta per l’occasione in attesa dei mondiali che si terranno dal 21 al 23 settembre al PalaDozza.

“Vorrei sottolineare l’impegno del Csi e di tutte le associazioni che hanno organizzato la kermesse - sottolinea Davide Grilli, presidente della consulta dello sport del Comune -: la pratica sportiva spesso deriva dal sociale e dal basso e non trova il proprio compimento solo nell’attività agonistica”. “Grazie all’impegno di tutti e all’investimento di Ascom, che ha permesso di realizzare tre campetti attivi da iniziò estate, la Montagnola sta rinascendo e ora è un luogo importante per grandi e piccoli - commenta Rossella Vigneri, presidenti Arci -. Il parco deve continuare a essere presidiato perché rimanga un punto di riferimento per tutti”. Le attività promosse da ‘Montagnola360’, la rassegna che ha ravvivato il parco durante l’estate e in cui rientra anche lo Sport day, continueranno fino al 30 settembre. “Poi ci sarà una grande festa”, sottolinea Vigneri.

“Quando siamo partiti con tante iniziative importanti, che Arci stava già portando avanti da tempo con l’Antoniano, una delle attività fondamentali per noi, nel rilanciare la Montagnola, era sicuramente quella sportiva - puntualizza Giancarlo Tonelli, direttore di Confcommercio Ascom -. Csi ci ha appoggiato con convinzione per sostenere questi interventi e aiutarci nella promozione della sana pratica sportiva. Senza la determinazione di tutti, non sarebbe stato possibile ottenere questi risultati: il gioco di squadra è stato il pilastro per ripartire”.

“Indipendentemente dal percorso intrapreso, Ascom è orgoglioso di supportare lo Sport day - aggiunge il direttore -, perché non smetteremo mai di ripetere che questo è uno dei migliori antidoti per dare qualcosa di importante ad adulti e famiglie e sconfiggere pericoli come tossicodipendenza, obesità, anoressia e altre piaghe”. “Molti obiettivi sono stati raggiunti, ma l’attività di pulizia del parco non è completa (soprattutto nella parte adiacente allo Sferisterio, ndr) - conclude Tonelli -. Bisogna continuare senza frenare per sconfiggere il degrado che per diverso tempo ha negato ai cittadini di vivere serenamente la Montagnola. C’è una Bologna che vuole continuare sempre di più a essere una città aperta e vivibile, ma soprattutto sicura”.

“Il logo di Montagnola360 riassume perfettamente quello che oggi abbiamo detto: un insieme di fili che compongono un cerchio colorato per un’offerta variegata e alla portata di tutti - indica Elena Boni di Csi -. Sport day è uno di questi, un’iniziativa gratuita che nasce dalla collaborazione di tutti. Senza questo, non poteva essere possibile realizzare qualcosa di così bello e importante”. “Da parte del Comune c’è tutta la volontà di continuare con le attività di presidio del parco anche dopo la fine dell’estate - risponde Roberta Li Calzi, consigliera comunale dem, in rappresentanza dell’assessore allo Sport Matteo Lepore -. Poi bisognerà vedere con quali modalità e tempistiche: d’inverno è sicuramente più difficile che in estate, ma da parte nostra c’è tutta la volontà per far sì che la Montagnola continui a essere un luogo partecipato e sicuro”.