Il treno a vapore
Il treno a vapore

Bologna, 4 giugno 2018 - Su e giù per l’Appennino bolognese a bordo di treni a vapore del primo Novecento che, con i loro 392 posti, sferragliano lungo la storica Ferrovia Porrettana, una delle prime grandi infrastrutture su ferro dell’Italia unita completata nel 1864 e che ha come capolinea Pistoia. 

Tre viaggi slow per amanti del turismo cultural-sostenibile. Ad organizzarli, la Regione insieme a Fer (Ferrovie Emilia-Romagna) che ha messo in cantiere tre appuntamenti culturali: il Festival internazionale dell’Acqua, giunto alla quarta edizione e in programma dal 22 al 24 giugno a Porretta in concomitanza con la “Notte Celeste” del termalismo emiliano-romagnolo. Mentre le altre due corse saranno effettuate il 13 ottobre e l’8 dicembre (Per info e prenotazioni sui biglietti ferroviari rivolgersi a Bologna Welcome, indirizzo mail: ticket@bolognawelcome.it).

Le tre corse sui treni a vapore, messi a disposizione dalla Fondazione Fs Italiane, sono aperte a tutti. E hanno gli stessi orari: per l’andata, partenza da Bologna Centrale alle 10.30 e arrivo a Porretta Terme alle 12,52, con fermate intermedie a Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Marzabotto, Vergato e Riola. Partenza del viaggio di ritorno da Porretta alle 18.45 e arrivo a Bologna alle 21.10, stesse fermate intermedie dell’andata.


Il biglietto di andata e ritorno costa 15 euro, gratuito per i ragazzi fino a 12 anni non compiuti. Il ricavato dei biglietti sarà donato all’onlus bolognese Bimbo Tu, che assiste le famiglie di bambini colpiti da gravi malattie.


Primo appuntamento in agenda: il Festival nazionale dell’acqua, una tre giorni (22-24 giugno) all’insegna dell’elemento identitario di Porretta Terme, con un fitto calendario di spettacoli teatrali, incontri letterari e conferenze a tema. Il clou sarà la giornata di sabato 23, quando si celebrerà la “Notte Celeste”, la festa del termalismo dell’Emilia-Romagna.


La seconda corsa del treno storico a vapore è fissata per il 13 ottobre, in occasione di Porretta Slow, tradizionale appuntamento con i prodotti tipici dell’Appenino tosco-emiliano, a partire dalla castagna. Per l’occasione sarà rievocato l’happening che nel lontano 1978 vide come protagonista il celebre musicista statunitense, John Cage. Per ricordare la celeberrima performance il treno a vapore che viaggerà quel giorno sulla Ferrovia Porrettana sarà accolto da band musicali ad ogni fermata lungo il tragitto, mentre altri artisti saliranno in carrozza per allietare i passeggeri.

Gran finale sabato 8 dicembre, all’insegna dei mercatini di Natale, con i presepi in ogni stazione.