GIACOMO LIPPI
Cosa Fare

Ultramore a Bologna, la mostra con i cani robot a Palazzo Bentivoglio: ecco quando

I protagonisti della mostra allestita da Riccardo Benassi sono un simbolo dello sviluppo tecnologico che sta cambiando il nostro mondo

I cani robot protagonisti della mostra 'Ultramore', in programma a palazzo Bentivoglio

I cani robot protagonisti della mostra 'Ultramore', in programma a palazzo Bentivoglio

Bologna, 19 giugno 2024 – Un confronto a tu per tu con la tecnologia, che sta progressivamente cambiando il nostro mondo. Palazzo Bentivoglio si prepara ad ospitare ‘Ultramore’, una performance ideata dall’artista Riccardo Benassi per il giardino in programma il 20, 21, 22, 26, 27 e 28 giugno e il 4, 5 e 6 luglio, alle ore 18, 20 e 22. E’ necessaria la prenotazione per visitare la collezione.  

Ultramore

Il concetto chiave della mostra è quello dell’interattività. ‘Ultramore’ affida ai cani robot, i veri protagonisti dell’opera, un ruolo particolare: l’artista infatti vuole liberare queste creature tecnologiche dalla loro funzione, inculcando nel visitatore la questione dei sentimenti e dell’affetto che anche creature senza apparentemente alcuna emozione possono suscitare nell’essere umano. 

Un connubio perfetto tra sentimenti e tecnologia, per confrontarsi con un gigante che condizionerà sempre di più le nostre vite negli anni a venire. Questo l’obiettivo principale di Riccardo Benassi, finalista al prossimo Maxxi Bulgari Prize, che da sempre prova a relazionarsi con i new media. I quadrupedi robotici diventano, all’interno della mostra, veri e propri testimoni del senso più profondo del concetto di amore incondizionato e delle sue possibili declinazioni, stringendo una relazione con i visitatori

“Felici di aver prodotto Ultramore”

“Paradossalmente sono proprio le macchine, e a maggior ragione quelle più avanzate, a ricordarci cosa definisce la nostra umanità – racconta Benassi, che aggiunge  –. Quando cerchiamo di mettere a fuoco la differenza tra noi e loro stiamo dando senso all'esistenza, scopriamo cosa ci stiamo a fare qui”.

"Ci piace pensare a palazzo Bentivoglio come a un luogo dove la collezione si costruisce non soltanto con acquisizioni e commissioni – spiega il direttore di palazzo Bentivoglio, Tommaso Pasquali –, ma può arricchirsi anche grazie al dialogo con gli artisti, al sostegno che possiamo dare loro e alla partecipazione del pubblico. Abbiamo sempre trovato illuminante il lavoro di Riccardo Benassi, che ragiona da anni sull'intersezione fra tecnologia e umanità, proponendone una sintesi seducente, nostalgica, e a tratti disturbante. Siamo felici di aver prodotto Ultramore, il cui medium tecnologico sarà al centro di futuri progetti di Riccardo. L'apertura annuale del giardino di palazzo Bentivoglio, che diventa scena della performance robotica di Ultramore, nasce dalla nostra volontà di rendere il privato sempre più condiviso”.