Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

25 aprile Bologna, per Pratello Resiste transenne in Piazza San Francesco

Il sagrato sarà protetto come nel 2019. Nessun obbligo di mascherina Oggi l’ordinanza del Comune, probabile stretta su vetro e alcol d’asporto

paolo rosato
Cronaca
Un’immagine del 25 aprile al Pratello di un anno fa, c’erano le restrizioni Covid
Un’immagine del 25 aprile al Pratello di un anno fa, c’erano le restrizioni Covid

Bologna, 20 aprile 2022 - Torneranno le transenne in piazza San Francesco per la mega-festa del 25 aprile al Pratello: il bello slargo dove insiste la chiesa sarà escluso dalla manifestazione come accadde nel 2019. Anche tre anni dopo, con il Covid di mezzo, il sagrato sarà preservato dal Comune che presiederà e gestirà la piazza, assieme alle associazione e insime con Hera. Una delle tre ambulanze predisposte dagli organizzatori sarà lì, per una festa che non prevederà la mascherina obbligatoria all’ingresso dei nove varchi: i dispositivi di protezione saranno consigliati in caso di assembramenti mediante dei cartelli.

Sono alcune delle indiscrezioni trapelate alla vigilia dell’ordinanza di Palazzo d’Accursio, che dovrebbe arrivare oggi. Anche quella, a meno di modifiche dell’ultim’ora, dovrebbe secondo indiscrezioni ricalcare il canovaccio del 2019, quando la decisione fu dell’allora assessore alla Sicurezza, Alberto Aitini: una forte stretta alla vendita dell’alcol da asporto, forse vietato già dalle 14 come allora in via del Pratello e nelle vie limitrofe. Alla stretta al vetro si accompagnerà anche, come anticipato dal Carlino, il patto di collaborazione tra il Quartiere Porto-Saragozza e gli organizzatori di Pratello R’esiste, ovvero bicchieri in policarbonato eco-compatibili da prendere con una caparra di 1 euro, saranno forniti sicuramente da tutti i banchetti della festa e forse anche dai locali del Pratello. L’ordinanza del Comune potrebbe dare una stretta anche alla vendita di alcol d’asporto da domenica 24 ai laboratori artigianali, ovvero a tutte quelle attività che non hanno la licenza di somministrazione.

Poi ovviamente c’è la festa grande che torna appunto a un’organizzazione pre-Covid. La musica organizzata – ricca la scaletta di quest’anno – dovrà terminare alle 19.30, mentre bonghi e strumenti non autorizzati dovrebbero essere vietati. Tra stop alle somministrazioni e ritiro dei banchetti si va dalle 19.30 alle 21, alle 22 potrà riprendere il traffico veicolare, mentre i locali di via del Pratello potranno rimanere aperti mezz’ora in più, fino alle 23.30. Aumentati i servizi igienici, probabilmente verrà anche anticipato il servizio di Hera come successo nel 2019, accompagnato dalla Polizia Locale. Alle 10.30 ci sarà la consueta posa della Corona ai Caduti del Pratello all’angolo con via Pietralta, mentre come detto ‘Pratello r’esiste’ offre un ampio programma di musica e cultura, accanto al tradizionale mercatino. Tra i tanti appuntamenti, sul palco che verrà allestito in piazza San Rocco, alle 11, si esibirà il Coro R’Esistente, con canti popolari e partigiani. Mentre sempre in piazza San Rocco, per gli amanti del folk alle 17.45 ci sarà il concerto dei Folkabbestia.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?