CHIARA CARAVELLI
Cronaca

8 marzo, il corteo delle donne a Bologna: la pioggia non ha fermato l’onda rosa

Da piazza XX Settembre hanno attraversato il centro: poi dopo le 21,30 la grande festa in piazza Maggiore

Bologna, 8 marzo 2024 - Una vera e propria ‘marea rosa’, almeno seimila le donne che si sono date appuntamento in piazza XX Settembre per il corteo transfemminista organizzato da “Non una di meno” in occasione della festa della donna e che dalle 18 alle 21,30 ha attraversato tutto il centro finendo in piazza Maggiore.

Corteo dell'8 marzo a Bologna, le donne si sono date appuntamento in piazza XX Settembre per dire no alla violenza
Corteo dell'8 marzo a Bologna, le donne si sono date appuntamento in piazza XX Settembre per dire no alla violenza

Il fiume rosa per dire no alla violenza patriarcale e per la parità di genere, è partito poco dopo le 18 appunto per raggiungere, intorno alle 21,30 piazza Maggiore, ultima tappa della manifestazione. Al corteo presenti anche moltissime bandiere della Palestina per il cessate il fuoco a Gaza.

Il grande corteo transfemminista è stato monitorato dalle forze dell’ordine, per evitare disordini e per cercare di creare meno problemi possibili al traffico nelle diverse strade del centro che inevitabilmente sono state invase dalla marea rosa.

La manifestazione è stata organizzata dall'associazione 'Non una di meno' che ha indetto per l'8 marzo lo sciopero generale contro "la violenza del patriarcato" e per gridare "stop al genocidio" a Gaza.

Hanno sfilato per ricordare che "se ci fermiamo noi si ferma il mondo" e che questa, "non è una giornata di festa". Tanti gli interventi, dalla Casa delle donne alle comunità migranti per manifestare contro le violenze e le discriminazioni sulle donne e il gender gap.