BENEDETTA CUCCI
Cronaca

A lezione da Nan Goldin "Folgorata da Antonioni"

La fotografa ieri al DamsLab e questa sera in piazza per il Cinema Ritrovato

A lezione da Nan Goldin  "Folgorata da Antonioni"

A lezione da Nan Goldin "Folgorata da Antonioni"

di Benedetta Cucci

"Tu l’hai visto Carmelo Bene dal vivo?". Nan Goldin lo chiede a Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca, poco prima di sedersi nelle poltrone rosse del DamsLab, tra il pubblico, per guardare un minuto di riprese della celebre ’Lectura Dantis’ che il grande regista e attore fece a Bologna nel 1981 dalla torre degli Asinelli, in occasione del primo anniversario della strage del 2 agosto, alla Stazione.

La fotografa americana, assoluto culto del mondo dell’arte mondiale ( con alle spalle un documentario dedicato proprio a lei che ha vinto il Leone d’Oro all’ultimo Festival del cinema di Venezia) vuole sapere di più su Carmelo Bene. Perché è una sua passione, fatto testimoniato dal montaggio di spezzoni di film che ha portato al Cinema Ritrovato ieri, per la sua ‘lezione’ in cui ha raccontato i suoi film e registi del cuore.

Farinelli, seguendo la sua domanda, le racconta del 2 agosto, di cosa significhi per la città, di cosa rappresentó l’invito della nostra amministrazione al Maestro allora. E Goldin, dopo aver rivelato il suo grande amore per la supermodella Donyale Luna, che con Veruschka nel 1972 recitó nella Salomè di Carmelo Bene (gli spezzoni sono nel montaggio proiettato al DamsLab) spiega che il cinema italiano ha avuto un posto molto importante nella sua formazione.

"Ho scoperto Antonioni a 15 anni – dice al pubblico presente –, frequentavo queste scuole hippy degli anni Sessanta, andavo al cinema tre volte alla settimana fuori Boston e vedendo Blow Up di Michelangelo Antonioni ho deciso di diventare fotografa": ecco insomma come tutto ebbe inizio. Poi eccola di nuovo seduta tra il pubblico per guardare i provini di Monica Vitti, altra attrice amatissima. Del resto la sua presenza al festival ci porta nel mondo di un’altra grandissima: domani alle 21,45 in piazza Maggiore, infatti, Goldin introdurrà il film ‘Bellissima’ di Visconti con Anna Magnani, insieme alle figlie di Suso Cecchi d’Amico, Caterina e Silvia. Poi lunedì sarà al Mast di via Speranza, per la proiezione del documentario ’‘Tutta la bellezza è il dolore’ di Laura Poitras, appunto dedicato a lei e al suo impegno come attivista .

Sempre oggi arriva a Bologna una maestra del cinema come Thelma Schoonmaker, vedova di Michael Powell (su cui terrà una lezione) e montatrice per Martin Scorsese, con il quale ha incassato tre Oscar per altrettanti film.