Al Santuario del basket servono 600mila euro

Comune e Federbasket lanciano una raccolta fondi per il restauro della chiesa della Madonna del Ponte che custodisce la Patrona

Al Santuario del basket servono 600mila euro

Al Santuario del basket servono 600mila euro

Il Comune di Alto Reno Terme, in accordo con l’amministrazione di Castel di Casio, insieme all’Arcidiocesi di Bologna e alla Federbasket lanciano una campagna di raccolta fondi per la ristrutturazione del Santuario della Madonna del Ponte, dove è custodita l’icona della patrona della pallacanestro italiana.

Tra il restauro della chiesa e alcuni ammodernamenti, come l’istallazione di una pedana per consentire ai disabili di visitare il Sacrario del Cestista, servono circa 600mila euro. Le opere possono essere divise in due fasi e per realizzare la prima, quella che prevede anche la costruzione della rampa, sono necessari circa 350mila euro.

"Il Comune di Alto Reno Terme – spiega l’assessore al Turismo e allo Sport di Alto Reno Terme Nicolò Savigni - un passo alla volta sta cercando di rinforzare la devozione a questo santuario, veicolando anche quelli che sono i valori che lo sport, e in particolare la pallacanestro, trasmettono alle nostre comunità e in particolare ai più giovani. Insieme ai componenti della consulta che si occupa di organizzare le iniziative legate alla patrona del basket italiano vogliamo dare risalto ad una raccolta fondi specificamente dedicata a raccogliere risorse per la ristrutturazione di tutto il Santuario in accordo con la Parrocchia di Porretta e Arcidiocesi di Bologna".

La cappella del sacrario del cestista è stata consacrata nel 1956 e da allora è stata un riferimento per chi, oltre ad essere una persona di fede vive anche la passione per la pallacanestro. Anche per questo motivo nel 2021, dopo un percorso durato circa 6 anni, la Congregazione vaticana del culto divino e della disciplina dei sacramenti ha decretato la Madonna del Ponte di Porretta Terme come Patrona della pallacanestro italiana e dopo questo riconoscimento è avvenuto un fenomeno straordinario. La sua devozione ha superato addirittura l’oceano e anche il New York Times ha parlato di questo piccolo santuario situato sull’appennino bolognese, dove sono conservate anche le maglie di tanti campioni del basket come quella di Marco Belinelli, unico giocatore italiano ad aver vinto il titolo Nba. Essendo la chiesa collegata alla parrocchia Santa Maria Maddalena di Porretta Terme, il conto corrente su cui effettuare le donazioni è intestato alla stessa parrocchia. Sul sito www.patronadelbasket.eu sono illustrate le modalità con cui partecipare a questa campagna.

Massimo Selleri