Alberi abbattuti, gli ambientalisti:: "Un errore per la collettività"

Legambiente e Wwf criticano il Comune di Zola Predosa per l'autorizzazione all'abbattimento di 11 alberi di pregio per un edificio residenziale, definendo la scelta amministrativa un danno ambientale in una zona di interesse paesaggistico-ambientale.

"Non c’è compensazione che tenga". Legambiente e Wwf ribadiscono che sbaglia il Comune di Zola Predosa ad autorizzare l’abbattimento di undici alberi di pregio sulla collina di Riale per costruire un edificio residenziale.

"Si tratta di un evidente danno ambientale - dicono le associazioni - a fronte del quale nessun atto autorizzativo è ‘dovuto’ come sostiene il Comune. Si tratta invece di una scelta amministrativa che avrebbe dovuto invece privilegiate il bene maggiore per la collettività" scrivono i presidenti delle associazioni ambientaliste Monica Capponcelli e Angelo Farneti.

I numero uno di Legambiente e Wwf sottolinano anche come questi abbattimenti siano previsti in una "zona di particolare interesse paesaggistico-ambientale", dove a maggior ragione l’interesse pubblico rafforzato dalla necessità di contrastare i cambiamenti climatici in atto dovrebbe prevalere rispetto l’interesse "strettamente privato ed elitario a costruire in una zona di pregio ambientale".