Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
14 giu 2022

Alberi tagliati sul Gaiana: è bufera E spuntano nuovi abbattimenti

Lisei (FdI) attacca la Regione: "La giunta deve vigilare sulla corretta applicazione delle norme in materia"

14 giu 2022
I fusti degli alberi lungo il Gaiana
I fusti degli alberi lungo il Gaiana
I fusti degli alberi lungo il Gaiana
I fusti degli alberi lungo il Gaiana
I fusti degli alberi lungo il Gaiana
I fusti degli alberi lungo il Gaiana

Arriva in consiglio regionale la questione degli alberi abbattuti lungo il torrente Gaiana. Il tema resta ‘caldo’ e, dopo il ‘passaggio’ in piazza XX Settembre, si trasloca in via Aldo Moro con un’interpellanza presentata da Marco Lisei, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione. Lisei premette come l’operazione di abbattimento abbia "coinvolto anche ceppi secolari (…) in un’area che si estende per 400 metri". Aggiunge Lisei, ed è questo un tema nuovo, che "tramite delibera della giunta comunale di Castel San Pietro Terme del 3 maggio, è stato successivamente disposto l’abbattimento di tutti i pini cittadini presenti in viale Terme, viale Oriani, piazza Martiri Partigiani e piazza Garibaldi a seguito di una caduta accidentale".

Il consigliere aggiunge che "non sono note eventuali autorizzazioni della Soprintendenza dei Beni Culturali sulle tipologie di alberature e i criteri in base ai quali sarebbero state scelte le piante sostitutive" e – sottolinea – "non è paragonabile l’utilità ecologico-ambientale, ma anche architettonico paesaggistica, di giovani arbusti sostitutivi rispetto ad alberature adulte". "E se l’Emilia Romagna – Lisei punzecchia il presidente Bonaccini – sarebbe dovuta diventare ‘il corridoio verde d’Italia’, allora è necessario sapere se la giunta regionale sia a conoscenza di questi abbattimenti lungo il Gaiana e se non ritenga necessario un intervento volto a vigilare sulla corretta applicazione delle norme e delle prescrizioni di legge". Su Gaiana il vicesindaco Andrea Bondi aveva risposto all’interpellanza del consigliere di Prima Castello Claudio Morini. Si era trattato "di un intervento di taglio di vegetazione su proprietà privata lungo un tratto dell’asta del Gaiana, per il quale i proprietari delle aree hanno ottenuto il nulla-osta idraulico". Resta aperto il tema dei nuovi abbattimenti.

Claudio Bolognesi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?