All’Archiginnasio il giovane talento di Pietro Fresa

Tra le immagini più giovani e rampanti di Bologna ’Città della Musica Unesco’ certamente c’è Pietro Fresa, nato sotto le Due Torri nel 2000, perfetto esponente della generazione Z, che sa affermarsi anche come pianista classico tra i più interessanti del momento. Sarà ospite domani alle 21 nel cortile dell’Archiginnasio, nell’ambito di Pianofortissimo di Bologna Festival con un programma con tanto Mozart, dalle Variazioni in do maggiore KV 265, l’incompiuta Fantasia in re minore KV397 e il l Rondo in re maggiore KV 485. Poi ancora Beethoven e Brahms.