Beppe Boni, Margit F. Tveiten e Gianni Baravelli (FotoSchicchi)
Beppe Boni, Margit F. Tveiten e Gianni Baravelli (FotoSchicchi)

Bologna, 4 dicembre 2018 - Nella sua giornata bolognese, l’ambasciatore di Norvegia Margit. F. Tveiten aveva in agenda anche la visita alla sede del Carlino. Accompagnata dal console onorario Gianni Baravelli, è stata accolta da Beppe Boni, condirettore del Carlino. "Sono qui per consolidare i già forti legami fra la Norvegia, l’Emilia-Romagna, regione importante e ricca, e Bologna", spiega l’ambasciatore.

Nella nostra città, l’ambasciata norvegese collabora ogni anno con il festival internazionale di musica Angelica, "dove sono ospitati sempre nostri autori e musicisti contemporanei". La Norvegia, aggiunge l’ambasciatore Tveiten, "è sempre presente, con i suoi autori ed editori, alla Bologna Children’s Book Fair", la fiera del libro per ragazzi.

Il cibo e i vini della nostra regione "sono molto apprezzati nel nostro Paese", afferma la diplomatica. E ricorda il buon andamento dell’export emiliano-romagnolo, "soprattutto di Parmigiano Reggiano, prosciutto e aceto balsamico".

Nella giornata di martedì l’ambasciatore ha incontrato anche il sindaco Virginio Merola, il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il rettore Francesco Ubertini.

"A Bologna ci sono soprattutto studenti che vengono dall’università di Scienza e tecnologia di Trondheim", afferma l’ambasciatore Tveiten, sottolineando "l’importanza degli scambi fra studenti e i programmi per ricercatori fra Italia e Norvegia".