Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
14 giu 2022

Antoniano, la nuova mensa "Aiutiamo 1.500 persone"

14 giu 2022

Riapre la mensa dell’Antoniano dopo lavori di ristrutturazione. I locali inaugurati ieri dal sindaco Matteo Lepore, il ministro provinciale dei frati minori Enzo Maggioni e dal cardinale Matteo Maria Zuppi, sono il frutto dei lavori iniziati a luglio dell’anno scorso e che hanno coinvolto, in particolare, il piano della mensa e dei servizi per le persone e le famiglie che chiedono aiuto. Grazie ai nuovi lavori chi arriva in Antoniano si sentirà ancora più a proprio agio, a partire dalla prima accoglienza. Nasce, infatti, il nuovo spazio ’Welcome Antoniano’, vicino alla mensa, dove operatori e volontari danno il benvenuto a chi chiede aiuto e lo accompagnano a seconda delle necessità. La storica Mensa e la Cucina sono state interessate da ingenti lavori di rinnovamento, che le hanno rese più funzionali, anti-sismiche e più sicure. Per chi invece va in Antoniano per partecipare ai corsi, troverà una Sala Multimediale ancora più accogliente e tecnologica, dotata di strumenti digitali.

"Antoniano da sempre offre pasti, accoglienza e ascolto alle persone in difficoltà – spiega Matteo Lepore –. Oggi, con l’inaugurazione della mensa totalmente rinnovata fa un passo in più, rendendo più accogliente il luogo dell’incontro, della socialità e dove è possibile trovare un pasto caldo. Antoniano è un luogo di comunità, di integrazione.

L’inaugurazione è stata, anche, un’occasione per fare un bilancio dell’anno passato e fissare gli obiettivi per il futuro. Nel 2021 in tantissimi hanno chiesto aiuto all’Antoniano: la mensa, tra pasti caldi serviti e ceste alimentari, ha potuto garantire oltre 50mila pasti, in 1.500 si sono rivolti alla mensa e al centro d’ascolto e a 119 persone Antoniano ha fornito una casa e un alloggio. Ma l’obiettivo, grazie alle migliorie apportate, è quello di poter dare una risposta sempre più ampia e attenta a chi vive in difficoltà e aprirsi ancora di più all’intera città. Saranno, infatti, promossi nuovi percorsi, attività e laboratori dedicati a tutta la cittadinanza, che coinvolgeranno allo stesso tempo gli ospiti della mensa, del centro d’ascolto e chiunque abbia voglia di incontro e condivisione, con l’obiettivo di creare uno spazio di integrazione aperto a tutti i cittadini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?