Bologna, ingoia eroina. Arrestato (Foto di repertorio Immagini)
Bologna, ingoia eroina. Arrestato (Foto di repertorio Immagini)

Bologna, 12 luglio 2019 – Aveva ingoiato dieci ovuli di eroina, per un totale di oltre 100 grammi di droga, che contava di spacciare lungo la Riviera Romagnola. Per questo motivo, un nigeriano di 37 anni, accusato appunto di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, è stato arrestato nella tarda serata di ieri dagli agenti della Polizia di Stato a seguito di un controllo partito dalla stazione ferroviaria di Bologna.

Già nel primo pomeriggio, durante i servizi di vigilanza e prevenzione predisposti per il consistente afflusso di viaggiatori in partenza in treno in direzione della Riviera, dove in serata si è tenuto il concerto ‘Jova Beach Party’, l’attenzione dei poliziotti è stata catturata dal nervosismo del 37enne, notato al binario 11 della stazione in procinto di salire sul treno diretto a Rimini.

L’uomo, con precedenti di polizia, è stato identificato e accompagnato negli uffici della Polfer per ulteriori accertamenti, che in un primo momento hanno dato esito negativo. Il 37enne, però, durante i controlli aveva manifestato insistentemente la necessità di utilizzare i servizi igienici, tanto da indurre gli agenti ad approfondire il controllo, accompagnandolo – previa autorizzazione del magistrato di turno – all’ospedale Sant’Orsola per un esame radiografico.

Gli accertamenti hanno dato esito positivo, evidenziando la presenza all’interno dello stomaco di numerosi corpi estranei. Si trattava appunto di 10 ovuli termosaldati contenenti in totale circa 110 grammi di  eroina.

Solo a tarda serata l’uomo ha espulso la droga dal proprio organismo. A quel punto è stato dimesso dall’ospedale e accompagnato in carcere a Bologna a disposizione dell’autorità giudiziaria.