La voragine in autostrada che ha causato il crollo del ponte

Bologna, 8 agosto 2018 – Il blocco dell’A14 è scongiurato. Dopo i test e le prove di carico effettuate lunedì notte nel tratto danneggiato dall’esplosione dell’autocisterna, Autostrade ha riaperto il raccordo di Casalecchio nelle due direzioni.

«È previsto uno scambio di carreggiata per chi va verso Ancona», spiega Irene Priolo, assessore al traffico del Comune. Per un tratto, dunque, si marcia a doppio senso, incrociando il traffico diretto verso l’A1.

INCENDIO ALTO_32873991_162035

Resta chiuso, invece, il tratto di tangenziale fra gli svincoli 2 e 3, in direzione San Lazzaro.

«Il percorso alternativo – spiega la Priolo – prevede viale De Gasperi, via Marco Emilio Lepido, il Ramo verde e il rientro allo svincolo 3».

LEGGI ANCHE Il poliziotto eroe: "Allontanavo la gente con la schiena bruciata"

Traffico regolare, invece nella direzione opposta, verso Casalecchio. Ora, il nuovo assetto è atteso dalla prova del traffico dei fine settimana di agosto e, soprattutto, dai primi rientri estivi.

Alle 19 di ieri, intanto, è stata riaperta via Emilia Ponente, liberata dai detriti del ponte crollato.

Ieri mattina, verso le 8, è stata la viabilità interna a subire più ripercussioni. Auto e camion in coda – a tratti fermi – in via De Gasperi, via Cavalieri Ducati, via Persicetana, via della Pietra. Agli ingressi della tangenziale chiusi (svincoli 2 e 3), gli addetti di Autostrade hanno dovuto indicare percorsi alternativi soprattutto a stranieri, non informati del blocco.

image

Nelle ore di punta del pomeriggio, in tangenziale la viabilità risulta scorrevole.

Il tempo medio di percorrenza del tratto compreso fra l’uscita 4 bis (Aeroporto, Calderara) e la 2 (Borgo Panigale) è sotto i due minuti. Non ci sono restringimenti di carreggiata, ad eccezione del tratto in corrispondenza dei pannelli fonoassorbenti bruciati dall’esplosione (VIDEO).

Chi viene da Casalecchio deve invece fare i conti con il traffico della viabilità ordinaria. Chi va verso San Lazzaro è deviato, grazie all’uscita di Borgo Panigale, su viale De Gasperi, dove le code – come la mattina – sono piuttosto consistenti. Dopo la rotonda, in direzione San Giovanni in Persiceto, la viabilità si fluidifica nuovamente, fino all’ingresso della tangenziale.

IL TRAFFICO IN AUTOSTRADA OGGI - Non c’è alcuna conseguenza sulla circolazione in A1 Milano-Napoli, in A14 Bologna -Taranto e in A13 Bologna-Padova, a seguito dell’incidente di due giorni fa.  
Il tamponamento che ha innescato il gravissimo incendio - ricorda Autostrade in una nota - infatti è avvenuto sul Raccordo di Casalecchio, che non riguarda direttamente nessuna di queste direttrici principali, la cui transitabilità è stata ripristinata ieri mattina in entrambe le direzioni su una corsia per senso di marcia.   Quindi i percorsi che da A1, A14 o A13  permettono di raggiungere la riviera adriatica e viceversa sono invariati.  

AGGIORNAMENTO - Come previsto la via Emilia è stata riaperta nella notte, mentre la parte di ponte autostradale crollata è stata demolita. I lavori sono ancora in corso, soprattutto per spostare i detriti. Intanto il Comune di Bologna è preoccupato in particolare per la chiusura della tangenziale in direzione sud tra lo svincolo 2 e 3. "Stiamo predisponendo un percorso alternativo di quattro o cinque chilometri", spiega l'assessore Alberto Aitini. Non solo. Bologna ha chiesto all'Anci e agli altri Comuni un aiuto per rimpinguare le squadre della Polizia municipale che saranno impegnate nelle strade per agevolare il traffico lungo il percorso alternativo.

"Abbiamo fatto un piano straordinario- afferma l'assessore- soprattutto nelle ore di punta decine di migliaia di veicoli transiteranno per Borgo Panigale. Abbiamo bisogno di aiuto".