Autostrade e Prefettura, accordo per la sicurezza sul tratto urbano dell’A14

Protocollo siglato tra Autostrade per l'Italia, Vigili del Fuoco e Prefettura per rafforzare misure di sicurezza e agevolare gestione emergenze su tratto A14 e territorio adiacente. Iniziative come dotazione di vasche idriche e automezzi di rapido intervento.

Autostrade e Prefettura, accordo per la sicurezza sul tratto urbano dell’A14

Autostrade e Prefettura, accordo per la sicurezza sul tratto urbano dell’A14

Sotto il coordinamento della Prefettura, è stato siglato, tra la Direzione di Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia, il comando provinciale dei vigili del fuoco e la Prefettura stessa, un nuovo protocollo per rafforzare le misure di sicurezza e agevolare la gestione di emergenze, sul tratto di A14 compreso tra Borgo Panigale e Bologna San Lazzaro e sul territorio in corrispondenza dello stesso. Nel dettaglio, il documento sottoscritto prevede la predisposizione a cura di Aspi, sia nella fase di realizzazione che di successiva manutenzione, di quattro nuove vasche idriche della capacità di 15 metri cubi ciascuna con presidi di ricarica rapida, messe a disposizione dei vigili del fuoco e posizionate in quattro aree raggiungibili direttamente dalla A14, strategiche per la eventuale gestione di operazioni anche al di fuori del sedime autostradale. Sono stati identificati uno spazio su via Triumvirato (in corrispondenza dell’uscita 4 della Tangenziale), uno su via Michelino (stazione di Bologna Fiera), uno in via Scandellara (uscita 11 o 11 bis della tangenziale) e uno su via Caselle (uscita 13 della tangenziale).

Le nuove aree per lo stoccaggio idrico, che saranno operative a partire dalla fine del mese di novembre, rappresentano solo la prima di una serie di iniziative sul territorio che Aspi, con l’obbiettivo di supportare l’attività dei Vigili del Fuoco, sta portando avanti anche in vista dei cantieri di ampliamento del Passante. Tra queste, si prevede anche la dotazione di automezzi di rapido intervento a uso esclusivo del Comando Provinciale di Bologna. Tra i cofirmatari del protocollo anche il 118 Bologna e il compartimento dell’Emilia Romagna della Polizia Stradale.