Quotidiano Nazionale logo
13 gen 2022

Casalecchio, picchiato dalla baby gang per una ragazzina

Vittima un 13enne finito in ospedale con diverse fratture. Gli insulti, partiti sul web, sono diventati poi una violenta aggressione

gabriele mignardi
Cronaca
La violenta aggressione è avvenuta in zona stazione a Casalecchio (foto d’archivio)
La violenta aggressione è avvenuta in zona stazione a Casalecchio (foto d’archivio)

Casalecchio (Bologna), 13 gennaio 2022 - Dagli insulti virtuali alle botte reali. E’ un tredicenne di Casalecchio la vittima della mini gang che col pretesto di uno sgarbo via chat ha malmenato il coetaneo colpevole di avere usato espressioni non gradite a proposito di una compagna di scuola. Un’aggressione avvenuta nel corso delle vacanze natalizie ai danni di un adolescente che a seguito del pestaggio è stato trasportato al Pronto soccorso del Maggiore e ricoverato alcuni giorni per le lesioni e le fratture riportate.

Teatro dello scontro impari è stato il piazzale della stazione Garibaldi dove la vittima si è trovata di fronte a 6-7 ragazzini, amici del rivale, che prima lo hanno affrontato ed insultato, e poi sono passati alle vie di fatto. Una dinamica che è al vaglio dei carabinieri e che porta diritto alla stazione che sta ai margini del quartiere Meridiana.
Tanto che inizialmente i passanti incuriositi dall’intervento dell’ambulanza e poi dei carabinieri, avevano pensato alla recrudescenza dei fatti tristemente noti avvenuti due anni fa, quando alcune bande di minorenni avevano messo in opera diverse aggressioni ai danni di altri ragazzini.
 

Niente di tutto questo secondo quanto si riesce ad apprendere relativamente ad un’aggressione spietata che potrebbe avere avuto esiti ancora peggiori se il trambusto e le richieste di aiuto della vittima non avessero attirato l’attenzione di passeggeri di transito dalla stazione che serve le linee ferrotiarie della Porrettana e della Vignolese.
Un’escalation di violenza, prima verbale e poi reale, partita appunto da un vivace scambio di valutazioni e insulti che coinvolge una ragazza.
 

Parole pesanti che sfociano in una sfida. L’invito ad incontrarsi di persona in uno spazio appartato.
Ed è proprio da via Stazione che l’alterco si infiamma e si trasforma in agguato ai danni del tredicenne che poco dopo le 18, col favore del buio, viene affrontato dal branco.
 

Vista la situazione la vittima ha tentato la fuga, ma è stato inseguito e bloccato nel parcheggio orientale della stazione Garibaldi, dove è stato pestato senza pietà. Poi il soccorso del 118 e le indagini degli inquirenti, coperte dal massimo riserbo visto il coinvolgimento di minori.
Al vaglio, oltre alle testimonianze e alla chat, anche le immagini dell’impianto di videosorveglianza della zona. "Il nostro timore è quello di ripiombare nell’incubo di due-tre anni fa" commenta un residente del quartiere Meridiana, preoccupato per il racconto dell’accaduto.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?