Baby-gang assedia la parrocchia. "Abbiamo assunto una guardia"

Un turbolento gruppo di adolescenti staziona il pomeriggio nel cortile del circolo Mcl di Decima. Vandalismi, bestemmie, minacce e gesti oltraggiosi nei confronti di chiunque tenti di rimproverarli

Migration

Bologna, 1 maggio 2022 - Una guardia giurata anti baby gang. L’ha dovuta assumere il Circolo Mcl di San Matteo della Decima, visti gli ultimi episodi che si sono verificati negli spazi esteri del Circolo che si trova in via Cento nel cortile parrocchiale. Un gruppo di ragazzini, dai 13 ai 17 anni, ultimamente infatti è solito dar fastidio nel cortile del Circolo, nella piazza antistante la chiesa e in zone limitrofe. E più volte questi ragazzini hanno offeso e minacciato gli avventori del Circolo, sia giovani che adulti.

"L’aver assunto una guardia giurata – spiega Andrea Scagliarini, presidente del Circolo Mcl di Decima – è uno sforzo economico impegnativo per noi ma siamo stati costretti a farlo, dopo i gravi e ripetuti episodi accaduti. La guardia giurata è al lavoro da alcuni giorni, negli orari prestabiliti, e ora vediamo se la sua presenza risolverà il problema". Da quanto si è potuto apprendere un gruppo di ragazzi delle medie della vicina Cento e alcuni anche di Decima occupano il cortile del Circolo nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 19.30, dal martedì al venerdì creando fastidio. Il gruppo è composto da ragazzi stranieri e italiani, alcuni dei quali islamici, ed oltre alla corte parrocchiale, gli adolescenti fuori controllo scorrazzano in giro nelle zone limitrofe disturbando passanti e automobilisti. Il comportamento di questi ragazzi è stato già segnalato alle forze dell’ordine, in particolare per aver imbrattato i muri della chiesa e per aver bestemmiato durante funzioni religiose. Pare che i ragazzini abbiano anche minacciato con un coltello dei passanti che si erano fermati a rimproverarli e più volte hanno calato i pantaloni mostrando il fondoschiena a chi li riprendeva. Il parroco, don Stefano Scanabissi, ha tentato di approcciarsi a loro cordialmente ma senza successo.

In particolare, una ventina di giorni fa il sacerdote è dovuto intervenire personalmente perché alcuni di questi ragazzini stavano tentando pericolosamente di arrampicarsi sulle grondaie. Di rimando i giovani si sono rivolti al prete bestemmiando. Ma non solo, perché l’hanno preso in giro oltre a calarsi i pantaloni mostrando il fondoschiena. Gli adolescenti sono stati anche visti giocare a pallone in via Cento, nel tratto stradale antistante la piazza della chiesa, e alcuni di loro si sono sdraiati sulla carreggiata per poi alzarsi all’ultimo secondo con l’arrivo delle macchine. "Episodi simili – continua Scagliarini – erano accaduti anche in passato. Ma si trattava di ragazzini solo di San Matteo Decima e in qualche modo, raggiungendo i genitori, il disagio si risolse. Adesso è più difficile perché si tratta per lo più di giovani che vengono da fuori". Il Circolo Mcl, di concerto con la parrocchia, oltre all’aver assunto la guardia giurata, valuterà altri provvedimenti.

Pier Luigi Trombetta