Bologna, 26 novembre 2020 - "È il secondo anno che facciamo il Black Friday, non sarebbe nelle nostre corde, ma a causa della pandemia cerchiamo con queste promozioni di riavvicinare il nostro pubblico". Giancarlo Giusti, 83 anni, è il depositario di una tradizione di famiglia che si tramanda da più 130 anni. Il suo negozio,

Black Friday 2020 in Emilia Romagna: caccia agli sconti in zona arancione

’Giusti abbigliamento’ di via Castiglione, per il secondo anno aderisce all’ormai consueta giornata di sconti di fine novembre. Un giorno di promozioni che domani sarà all’insegna delle limitazioni contro la seconda ondata di Covid-19. Perché il rischio assembramenti è dietro l’angolo. "Faremo entrare al massimo dieci persone per volta e metteremo a disposizione delle mascherine nel caso qualcuno le dimentichi o si rompano", spiega Carlo Tussani, dallo storico negozio di via Castiglione. Che quest’anno offrirà su tutti i capi uno sconto massimo del venti per cento. E le promozioni andranno avanti per tutto il weekend fino a domenica 29 novembre.

image

«Faremo sconti del 20-30% per tutto il fine settimana e anche nella giornata di lunedì", racconta Alba Ballanti, titolare di Fini sport in via Indipendenza. "Speriamo così di poter aumentare le vendite; abbiamo molta merce che rischia di rimanere invenduta", aggiunge la titolare. Che per il Balck Friday ha predisposto un piano per gli accessi. "Abbiamo un’unica entrata, ma questa linea rossa e bianca separa la corsia di chi entra da quella di chi esce", ci spiega Ballanti all’ingresso del suo negozio. "In più – aggiunge – per evitare assembramenti, avremo una guardia che ci aiuterà a contingentare le entrate e far defluire le persone più facilmente". Insomma, il Coronavirus non spaventa gli esercenti bolognesi. Nemmeno nel giorno in cui, ameno fino allo scorso anno, la ressa da shopping era prevedibile e quasi scontata.

"Dobbiamo rimanere al passo di Amazon e delle grandi piattaforme digitali; è difficile, ma se non ci proviamo per noi sarà ancora più dura ripartire", conclude la titolare di Fini sport. Coloro che più di tutti dovranno contingentare le entrate e facilitare le uscite saranno i grandi negozi di elettronica. "Lo scorso anno, nella giornata del Black Friday abbiamo avuto circa tremila ingressi unici", racconta Marco Passarino, responsabile del negozio Comet di via Michelino, vicino alla Fiera. Per quest’anno il negozio si è organizzato facendo partire promozioni già alcuni giorni fa, con lo scopo di ’diluire’ il pubblico a caccia di sconti. Aassieme al personale, Passarino provvederà a scaglionare gli igressi e a evitare gli assembramenti nelle zone più ’calde’ del negozio. "Controlleremo con particolare attenzione tutta l’area telefonia, la più frequentata in questo tipo di giornate".

E se i negozi di abbigliamento ed elettronica hanno trovato il modo di organizzarsi in vista di domani, anche una storico marchio motociclistico non si lascerà sfuggire la ricorrenza del Black Friday. "Per noi non è una novità. Anzi, l’abbiamo rinominato ’Dark Friday’, perché rispecchia di più la nostra indole, la nostra natura", racconta Gabriele Funi, responsabile del centro Harley Davidson di via Elkan, in zona aeroporto. Che offrirà sconti del venti per cento su tutti i prodotti: stivali, maglie, camicie, giubbini. Motociclette comprese. Anche per i ’centauri’, un’occasione da non perdere. Un’occasione per dare un calcio alla pandemia. O, per rimanere in tema, un colpo di gas.