Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
23 apr 2022

Cantiere in centro storico, i tempi rischiano di allungarsi

Tinti: "Necessario intervenire per la regimazione delle acque bianche". Verdetto tra una settimana

23 apr 2022
Il primo cittadino Fausto Tinti
Il primo cittadino Fausto Tinti
Il primo cittadino Fausto Tinti
Il primo cittadino Fausto Tinti
Il primo cittadino Fausto Tinti
Il primo cittadino Fausto Tinti

Problemi legati alle acque bianche e alle caditoie che impongono un intervento di Hera nelle vie Matteotti e Cavour interessate dai lavori rifacimento. La sgradita ‘sorpresa’ è stata scoperta nel corso dei lavori che proprio Hera sta eseguendo nelle vie più importanti del centro di Castel San Pietro, lavori che, com’era stato annunciato ai tempi dell’ufficializzazione del cronoprogramma, precedono poi l’intervento al manto stradale. "Occorre intervenire per la regimazione delle acque bianche che non è ottimale, la prossima settimana avremo un incontro con Hera per la verifica dei tempi dei lavori", annuncia il sindaco Fausto Tinti che però getta subito acqua sul fuoco. "Chiederemo il rispetto dei tempi, e dunque la consegna delle opere entro il 10-15 giugno come da programma". In realtà, spiega Tinti, se da una parte è stata fatta una stima precisa dei costi dell’intervento, dall’altra la certezza del rispetto dei tempi o di un lieve slittamento non la si potrà avere se non attendendo, appunto, una settimana circa. "I lavori di regimazione e alle caditoie interesseranno sia la via Matteotti che la via Cavour, e avranno un costo di 100 mila euro che Hera andrà a spalmare sul ciclo idrico, quindi non comporterà per noi un esborso immediato", spiega il primo cittadino. Alla domanda che sorge spontanea sul perché il problema sia emerso soltanto oggi, Tinti è chiaro. "Non era possibile conoscere lo stato reale del comparto interessato se non avviando i lavori nel sottosuolo". Fugato il dubbio, resta quello più importante, legato appunto al rispetto dei tempi, un diktat anche e soprattutto arrivato dai commercianti del centro sin dai primi confronti. I lavori sono proseguiti senza intoppi almeno fino a un mese fa circa, poi è arrivata l’ondata-Covid, la pioggia e, ora, la ‘sorpresa’ della necessità di un intervento supplementare. "Il Covid ha dimezzato le squadre di operai, e com’è naturale l’azienda deve articolare i lavori su più territori, non solo sul nostro. Va trovata insomma una quadra da questo punto di vista ma ribadiamo, per noi è necessario che si riescano a rispettare i tempi, e questo sottolineeremo nuovamente anche nel tavolo della prossima settimana".

Va ricordato che un mese fa il comune ha ottenuto una proroga dalla Regione e ha deciso così di spostare all’anno prossimo una parte dei lavori, quella che interessa la parte alta di via Cavour, da via San Pietro al Cassero. Tutti gli altri interventi, dunque via Matteotti e la restante parte di via Cavour che si congiunge con via Mazzini, verranno eseguiti entro l’anno in corso, con scadenze già fissate. La più vicina è, appunto, quella di metà giugno per via Matteotti.

Claudio Bolognesi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?