Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 mag 2022

Bologna, capotreno multa ragazzini. E loro gli ‘sparano’

Con una pistola a molla, identica a un’arma vera, caricata a pallini. L’uomo ha chiamato la polizia e i quindicenni sono stati denunciati

24 mag 2022
nicoletta tempera
Cronaca
BOLOGNA. Controlli di polizia in stazione
Bologna, controlli di polizia in stazione (immagine di repertorio)
BOLOGNA. Controlli di polizia in stazione
Bologna, controlli di polizia in stazione (immagine di repertorio)

Bologna, 24 maggio 2022 - Ha sentito una fitta. E, guadando a terra, ha notato alcuni pallini. Dietro, alcuni ragazzini che dopo la bravata, tentavano di nascondere la pistola a molla, caricata a piombini, dietro la schiena. È successo ieri sera, intorno alle 19,30, su un treno regionale tra Ferrara e Bologna, a bordo del quale viaggiavano anche quattro adolescenti, poco più che quindicenni. Il controllore era appena passato e aveva controllato loro i biglietti: tre avevano mostrato un regolare abbonamento; il quarto, invece, era sprovvisto di biglietto e per questo era stato multato. Appena fatto il verbale, il capotreno si stava allontanando verso l’altro vagone, quando uno dei quattro ha tirato fuori la pistola, in tutto simile a un’arma vera, e gli ha sparato contro, probabilmente per vendicarsi della multa. Le armi a molla, benché di libera vendita e ovviamente non letali, se usate per colpire un ‘bersaglio’ a distanza ravvicinata possono causare anche ferite e grossi lividi, o comunque fare piuttosto male. Così è stato per il capotreno, che capito cosa era appena accaduto ha subito chiamato la polizia ferroviaria. Il treno intanto stava arrivando alla stazione centrale: quando gli agenti della Polfer sono saliti sul regionale hanno individuato velocemente i quattro pistoleri. Uno, capito che stavano arrivando guai, ha anche tentato la fuga, ma è stato raggiunto e fermato dai poliziotti. I ragazzini, di origine nordafricana, avevano ancora con loro la pistola, che è stata sequestrata. Una volta identificati, i minorenni sono stati denunciati, per lesioni a pubblico ufficiale e pure per falsa attestazione, perché il multato aveva dato un nome sbagliato al controllore. Poi, i quattro sono stati riaffidati alle rispettive famiglie. Il capotreno, colpito al petto, è stato visitato dai sanitari del 118 e accompagnato al pronto soccorso del Maggiore: non ha riportato lesioni. Ora, però, resta ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?