Bologna, 27 settembre 2018 - Cento Fiat 500 utilizzabili in un’area di 15 chilometri quadrati, Ztl compresa. Le auto, infatti, avranno libero accesso e transito a tutta la Ztl; in particolare è compresa l'area 'T' (ossia l'asse Rizzoli-Ugo Bassi e via Indipendenza), ma solo da lunedì e venerdì. Sono escluse corsie preferenziali, aree pedonali e via dell'Archiginnasio.

Ecco dove si potranno usare le auto Enjoy

Si tratta di Enjoy, il servizio di car sharing privato a flusso libero (VIDEO) di Eni e Trenitalia, in partnership con Fiat, che dal 28 ottobre sarà utilizzabile in città. “Si tratta di un ribaltamento - spiega il sindaco Virginio Merola -, una scelta in linea con le nostre politiche sulla mobilità sostenibile, dai T-Days alle domeniche superecologiche”. 

Il costo? 25 centesimi al minuto (per i primi 50 km, dopo i quali si applica anche il costo al km di 25 centesimi), oppure tariffa giornaliera 50 euro. Il costo è “all inclusive” perché comprende anche le spese di assicurazione, manutenzione, carburante e parcheggio. Enjoy dà la possibilità di effettuare la “prenotazione estesa” che prevede i primi 15 minuti gratuiti e dal 16° al 90° una tariffa di 10 centesimi al minuto.

I parcheggi dedicati al car sharing saranno liberi e gratuiti su tutte le strisce blu a pagamento, su strisce bianche comprese quelle riservate ai residenti (sono escluse invece quelle delle colonnine di ricarica elettriche e con disco orario), su strisce gialle solo per i 28 stalli comunali riservati al car sharing (vietati invece su quelli "Io Guido" e riservati Tper), oltre a qualsiasi parcheggio consentito dal codice della strada.

image

“Contando anche il servizio Tper di Corrente - spiega Irene Priolo, l’assessore al Traffico -, arriviamo a 340 veicoli per il caricamento sharing in città. Speriamo di portare presto anche le autocargo. Detto questo, da oggi i nostri tecnici stanno disegnando la nuova segnaletica per la sosta nell’anello centrale di piazza Medaglie d’oro (davanti alla stazione), che da oggi è inaccessibile alle auto private, potranno sostare solo veicoli del bike sharing in del Car sharing”. Eni comunica che il servizio app di Enjoy conta a Bologna già 80 iscritti.

In città sono già spuntate le areee sosta: oltre a piazza Medaglie d'oro, ci sono anche largo Nigrisoli (ospedale Maggiore), nelle vie Irnerio, San Donato, Fioravanti, Pizzardi, Azzo Gardino, Andrea Costa (vicino allo stadio) e Codivilla, in piazza Roosevelt, al Baraccano e in largo Lercaro, a due passi dalla Lunetta Gamberini.

Bologna è la sesta città dopo Milano, Roma, Firenze, Torino e Catania a scegliere il servizio di car sharing targato Eni-Enjoy. In un secondo momento, entrerà in servizio 'Corrente', il car sharing elettrico di Tper che a regime conterà una flotta di 240 veicoli. I mezzi, che essendo non inquinanti potranno entrare nella Ztl, percorrere le preferenziali e non pagare la sosta. Il servizio costerà al massimo 30 centesimi al minuto.

Il noleggio sarà totalmente gestito via App, dalla prenotazione, all’apertura dell’auto, all’inserimento del pin e fino al termine dell'utilizzo. L’utente potrà visualizzare il veicolo più vicino (ecco la mappa) e prenotarlo con l’applicazione per smartphone (Android, iOS e Windows Phone) o tramite il sito enjoy.eni.com, oppure sceglierne uno libero lungo la strada, ingaggiarlo e iniziare subito il noleggio. L’iscrizione è gratuita e completamente on line.

In particolare Omoove, società del Gruppo Octo Telematics, supporta il car sharin di Enjoy sin dalla sua nascita ed è attraverso la tecnologia sviluppata dal gruppo che Enjoy si avvale di un'esperienza per cliente immediata, grazie come detto alla totale gestione del noleggio via App, anche per l’apertura dell’auto.