Due volontari della Croce Rossa durante una dimostrazione con un manichino
Due volontari della Croce Rossa durante una dimostrazione con un manichino

Bologna, 18 settembre 2015 - Un Centro all’avanguardia per la formazione e la simulazione delle emergenze, è stato inaugurato oggi alla Croce Rossa di via Emilia Ponente 56. La struttura, il ‘Luigi Gusmeroli’, che prende il nome di un ex volontario morto a soli 20 anni, è all’avanguardia nella simulazione di scenari critici per garantire al personale della Croce Rossa di esercitarsi e essere pronti in qualunque situazione. Il Centro, infatti, è dotato di tre manichini all’avanguardia, in grado di respirare, rispondere agli stimoli esterni e simulare, quindi, arresti cardiaci, problemi respiratori, traumi, su cui allenarsi nell’eventualità che quello scenario si ripresenti nella vita reale. Al secondo piano della struttura, invece, sono stati creati appositi spazi anche per la formazione aeronautica, con un’aula multimediale e un simulatore di volo per droni, per apprendere le tecniche di pilotaggio in sicurezza. «Il Centro è stato costruito in soli 7 mesi e ha richiesto un investimento di circa 100mila euro. I costi sono stati in parte coperti con le donazioni e le partnership con altre società (Augusta, ad esempio, ha messo a disposizione un prototipo di aereo per il trasporto di persone ferite; ndr) – spiega Maurizio Menarini, presidente provinciale della Croce Rossa –. I corsi di formazione e il Centro sono aperti a tutti. Speriamo di poter stringere accordi con altre realtà per creare una rete di formatori all’avanguardia».