Centrodestra, le manovre. Forza Italia invoca cautela: "Ugolini? Serve tempo"

La candidatura civica di Elena Ugolini alla presidenza della Regione Emilia-Romagna sta generando interesse e sostegno, con segnali positivi sia dal centrosinistra che dal centrodestra. La sua figura viene considerata una scelta condivisa e competitiva.

Centrodestra, le manovre. Forza Italia invoca cautela: "Ugolini? Serve tempo"

Centrodestra, le manovre. Forza Italia invoca cautela: "Ugolini? Serve tempo"

La discesa in campo di Elena Ugolini, preside del liceo Malpighi e candidata civica alla presidenza della Regione Emilia-Romagna, sta muovendo l’opinione pubblica. L’attesa sta crescendo, specie tra gli scontenti dei partiti e tra chi (tanti) non va più a votare. La conferma del grande interesse attorno alla candidatura è arrivata anche dallo staff della preside, che ieri ha fatto sapere che "sono arrivati tantissimi messaggi di stima e sostegno che ci fanno ben sperare per l’avvio di questo percorso di partecipazione – si legge nella nota di ieri –. Anche la risposta massiccia del Pd ai massimi livelli locali dimostra che si tratta di una candidatura competitiva e credibile". Quest’ultimo riferimento è agli interventi che ci sono stati da parte sia di Stefano Bonaccini, governatore uscente per il centrosinistra, sia da parte di altri esponenti dem come il sindaco Matteo Lepore e il segretario regionale Luigi Tosiani.

Sempre ieri, intanto, dal centrodestra sono arrivati nuovi segnali. Se è un avvicinamento definitivo oppure no lo di capirà nei prossimi giorni, secondo le ultime indiscrezioni FdI, Lega e Forza Italia potrebbero convergere ufficialmente su Ugolini la prossima settimana. Per Anna Maria Bernini, ministra della Ricerca e dell’Università in città per il G7 su Scienza e Tecnologia, la candidatura di Ugolini è "civica. Io conosco da tanto tempo, ovviamente, la professoressa Ugolini. Che posso dire?", ha aggiunto Bernini che ha spiegato come la scelta del candidato di centrodestra alla presidenza della Regione Emilia-Romagna "sarà frutto, come sempre, di una decisione concorde che noi prendiamo come centrodestra unito". Quella di Ugolini "è una candidatura civica – ha ribadito Bernini –, quindi è ancora tutta da valutare, da ragionare. A titolo personale, io apprezzo moltissimo Elena Ugolini, poi però ripeto, si tratta di un ragionamento politico che si evolverà, penso velocemente, ma che ancora è precoce". Tuttavia il nome di Ugolini "per certi versi rappresenta una scelta che non può non essere condivisa. Il centrodestra si muove unito – ha concluso Bernini – e anche una candidatura civica quale è quella di Elena Ugolini, deve essere una candidatura condivisa da tutti".

pa. ros.