Il freezer sequestrato

Bologna, 13 giugno 2018 – Sugli scaffali di quel negozio c’erano cibi con etichette straniere, mentre nel congelatore gli alimenti erano mischiati tra di loro. E’ di 200 prodotti sequestrati (più un intero freezer pieno di carne, pesce e verdure), oltre 9mila euro di verbali e una denuncia il bilancio di un controllo effettuato ieri dagli agenti del reparto territoriale Navile della Polizia municipale in un esercizio di vicinato in via Franco Bolognese, alla Bolognina.

Nei guai è finito un trentacinquenne di origine pakistana e residente in città. Nel suo negozio gli agenti hanno riscontrato irregolarità nella merce in vendita, in particolare frutta e verdura priva del prezzo e delle indicazioni di varietà, origine e categoria.

Inoltre, come si diceva all’inizio, sugli scaffali erano presenti bevande e alimenti privi di informazioni chiare e comprensibili e con etichette solo in lingua straniera. In tutto si trattava di circa 200 pezzi, tutti sequestrati dagli agenti.

Poi si è passati al controllo del freezer: gli agenti hanno verificato la presenza di carne, pesce e verdure mischiate tra loro, mal conservate e con l'aiuto di un termometro hanno misurato la temperatura interna al congelatore che, nonostante il termometro esterno segnasse 12 gradi sotto lo zero, era in realtà solo un grado sotto lo zero.

Questo ha spiegato la presenza di prodotti alimentari che presentavano le caratteristiche tipiche di interruzione della catena del freddo: molli al tatto, pieni di ghiaccio, maleodoranti e dunque pericolosi per la salute. Tutto il freezer è stato sequestrato e per il titolare più di 9mila euro di verbali oltre a una denuncia a piede libero.