Bologna, 12 ottobre 2018 - E ora arriva il circo. È stato inaugurato mercoledì, e tutti coloro che guardano verso Palazzo d’Accursio non riescono a non sorprendersi di fronte a quel tendone bianco e rosso, largo una vetrina di metri, che sembra rubare la scena a un Nettuno indispettito. «Stamattina volevo godermi una passeggiata in piazza Maggiore – racconta Aurelio Russo –: mi sono trovato di fronte questa macchia bianca e il colpo d’occhio è stato davvero strano. Non mi piace, avrei preferito la classica visuale». In effetti, il tendone non passa inosservato. «Proprio non me l’aspettavo di arrivare e trovarmi davanti il circo – commenta sorpreso Davide Meacci –: di per sé non è nemmeno male, ma fa uno strano contrasto con i palazzi e l’atmosfera della piazza».

CIRCO_34249425_155519

Quasi tutti si fermano vicino al pannello informativo per capire di cosa si tratta. «Mi sono chiesta subito se ci fossero anche gli animali – esordisce Lisa Bavarelli –. Mi viene solo da dire che è un bene che sia solo per pochi giorni, perché un turista che viene qua non può apprezzare a pieno piazza Maggiore». «Mi sembra troppo a ridosso di Palazzo d’Accursio – aggiunge Maria Bacchini –, ma probabilmente sul Crescentone sarebbe stato anche peggio e la Sovrintendenza non lo avrebbe permesso».

Il tendone rimarrà fino a domenica e si concluderà con il ‘Gran galà del circo’. Ospiterà più di una decina di spettacoli pomeridiani e serali con artisti circensi e acrobati, ma anche incontri su altre tematiche. Un’anteprima della rassegna che si terrà dal 19 ottobre al 4 novembre a Villa Angeletti, promossa da una campagna della Regione in occasione dell’anno dedicato al patrimonio culturale. «Bisogna dire che sta andando bene – comentano dal Comune –, ieri c’era addirittura la fila. Le iniziative organizzate a Villa Angeletti hanno sempre successo perché ben fatte». Non sembra d’accordo Marco Lisei, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale. «Ho già richiesto un intervento nel Question time – puntualizza Lisei –, per capire come sia possibile. Prima si fanno mille polemiche sul Cioccoshow e sulla ‘presunta’ giusta maniera in cui gestire gli spazi, e poi arrivano queste cose. È inconcepibile».

CLICCA QUI SOTTO PER VOTARE IL SONDAGGIO