Colletta tra amici, super abbonamento per Gabriele

Il giovane, che aveva dormito invano all’aperto per avere gli ultimi posti in curva, ha ricevuto un inatteso regalo

Colletta tra amici, super abbonamento per Gabriele

Colletta tra amici, super abbonamento per Gabriele

È una passione talmente grande, quella per i rossoblù, difficile da inquadrare o anche solo da immaginare. Per questo quando scriviamo che sono "Tutti pazzi" per il Bologna di Joey Saputo, intendiamo davvero tutti, e soprattutto pazzi. Talmente tanto da trascorrere quindici ore in fila, di notte, per accaparrarsi uno degli ultimi abbonamenti rimasti allo stadio Dall’Ara.

Protagonista della notte da leoni è Gabriele Zerbini, bolognese classe 2000 e tifosissimo dei rossoblù, che per la sua squadra del cuore farebbe qualsiasi cosa, anche stare seduto su uno sgabello, con in mano un libro, fuori da Luca Elettronica, nella speranza di conquistare un abbonamento in curva Bulgarelli, nella seconda fase di campagna abbonamenti. Ed è proprio questo che Zerbini ha fatto giovedì pomeriggio, a partire dalle 19, quando si è appostato all’esterno dello store di via Emilia Levante, in anticipo di ben quindici ore dall’apertura del negozio.

Ma, per il Bologna, si fa questo e altro. E poi la nottata è volata grazie all’arrivo degli amici, che "sono passati a farmi compagnia o semplicemente per scambiare due chiacchiere – dice Zerbini –. È stata probabilmente la cosa più bella della nottata".

Nottata che, al risveglio, ha portato una cattiva notizia. All’apertura del negozio, infatti, "ci hanno dato dei bigliettini numerati – racconta il tifoso –. Nonostante fossi il primo (della fila, che nel frattempo è cresciutta a dismisura, ndr) non c’è stato nulla da fare", perché gli ultimi posti liberi in curva sono finiti in un batter d’occhio, e il sogno di Zerbini è sfumato, dopo tutta quella fatica.

È stato un gruppo di amici a cambiare il finale della storia, scrivendone uno felice. La ’balotta’ ha deciso di organizzare, a sopresa, una colletta per permettere all’amico di acquistare un abbonamento nel settore dei distinti, aggiungendo la differenza di prezzo con l’ingresso in curva. "È stato tutto inaspettato – racconta Zerbini –. Hanno deciso di organizzarmi questa sorpresa non appena hanno saputo del mancato abbonamento in curva". Ma le sorprese non sono finite, perché a contattare il ragazzo è stato anche Lavoropiù, sponsor storico del Bologna fc, che lo ha invitato a trascorrere la prima partita di campionato come ospite allo stadio. "Un duplice motivo di orgoglio" per l’agenzia per il lavoro, che sta al fianco di chi è alla ricerca di un impiego, visto che Zerbini è uno studente-lavoratore. Un profilo che coniuga le due anime di Lavoro più. Sui social, poi, sono state a centinaia le interazioni all’impresa di Zerbini. "Non mi aspettavo così tante reazioni – conclude il giovane –. Ho coltivato la passione per il Bfc allo stadio con gli amici. Ora vivo a Verona, ma voglio godermi a pieno questo momento storico, per il club e la città".

Mariateresa Mastromarino