Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Bologna, il Comunale trasloca in Fiera

A partire dalla prossima stagione il Teatro sarà ospitato in una struttura provvisoria per permettere la partenza dei cantieri in piazza Verdi

andrea zanchi
Cronaca
Il rendering di come sarà il Comunale alla conclusione dei lavori
Il rendering di come sarà il Comunale alla conclusione dei lavori

Bologna, 22 aprile 2022 - Rivoluzione alle porte per il Comunale: i lavori di ristrutturazione dell’edificio settecentesco progettato da Antonio Galli da Bibbiena stanno per entrare nel vivo e il Teatro sarà costretto a traslocare provvisoriamente lontano da piazza Verdi. La zona individuata per ospitare la struttura dove si svolgeranno le prossime stagioni del Teatro è quella della Fiera, con l’area adiacente al padiglione dell’Esprit Nouveau progettato da Le Corbusier, proprio di fronte al Palazzo degli Affari, in pole su tutte le altre opzioni prese in considerazione. Il trasloco dovrebbe avvenire già a partire dalla prossima stagione – anche se sulla tempistica la discussione è ancora in corso e dipenderà ovviamente da quando sarà pronta la struttura provvisoria – e l’esilio forzato del Comunale, secondo le prime stime di durata dei cantieri, potrebbe durare fino a quattro anni. Vista l’importanza dell’intervento e la necessità di dotare il Teatro di una nuova casa in tempi rapidi e sicuri, il Comune si è già mosso e a giorni porterà in giunta una delibera per individuare in modo definitivo la collocazione della fondazione lirico-sinfonica, essendo questo un compito che spetta a Palazzo d’Accursio. L’amministrazione ha già individuato le risorse per allestire la struttura provvisoria e tutta l’operazione avverrà a costo zero per l’ente di largo Respighi. L’obiettivo è quello di realizzare una struttura aperta anche ad altri soggetti, non solo al Teatro, che possa permettere – insieme con altri importanti interventi in programa in quell’area, come il palazzo dello sport provvisorio della Virtus – di dare un nuovo uso e una nuova identità a quel quadrante cittadino. I lavori di ristrutturazione previsti fanno parte di un intervento più ampio di riqualificazione dell’area e che, nei prossimi anni, ridisegneranno l’aspetto di uno dei poli culturali principali della città. Il progetto – firmato dall’architetto Luigi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?