Comunali, il Pd punta su Milena Zanna

Assessore uscente della giunta Ruscigno ed ex sindaca di Serravalle. I dem scelgono anche Federica Govoni come eventuale vice

Comunali, il Pd punta su Milena Zanna

Comunali, il Pd punta su Milena Zanna

Il Pd di Valsamoggia punta sulle donne. All’unanimità la direzione locale dei dem ha scelto Milena Zanna come candidata sindaca alle elezioni amministrative e Federica Govoni come sua vice, nel caso ottenessero la maggioranza dei voti. Entrambe assessore uscenti della Giunta Ruscigno, nelle settimane scorse si sono misurate a colpi di voti tra i delegati dei sei circoli presenti nei cinque municipi (Bazzano, Crespellano, Savigno, Monteveglio e Castello di Serravalle) di Valsamoggia. Federica Govoni aveva ottenuto anche qualche voto in più rispetto a Milena Zanna, ma alla fine ha prevalso l’accordo politico.

"Zanna e Govoni – commenta il sindaco Ruscigno – sono due figure di qualità e con un’ottima esperienza amministrativa alle spalle. L’accordo politico raggiunto è prova di maturità del Pd nella nostra zona e di grande responsabilità da parte delle interessate. In caso di vittoria alle elezioni ad attenderle ci saranno i tanti progetti da realizzare con i fondi Pnrr".

Funzionaria dell’Automobil club di Bologna, a 57 anni oggi Milena Zanna ricopre l’incarico di vice sindaca di Valsamoggia con le deleghe al Bilancio, Tributi, Patrimonio, Personale e Politiche sociali e sanitarie. Dal 2009 al 2013 è stata sindaca di Castello di Serravalle, prima che il Comune confluisse in Valsamoggia. La 38enne grafica pubblicitaria e campionessa di pattini a rotelle Federica Govoni in questi due mandati nella Giunta del Comune di Valsamoggia si è occupata di Agricoltura, Commercio, Attività produttive e Turismo.

"Ben presto – anticipa Milena Zanna – apriremo i tavoli di confronto con le liste di coalizione per raccogliere le diverse proposte programmatiche". E Federica Govoni aggiunge: "Rispetto all’ipotesi primarie a Valsamoggia ha prevalso la creatività, l’originalità e un patto tutto al femminile della proposta politica". Amaro il commento dei civici, principale forza di opposizone in Valsamoggia. "Una scelta di debolezza del Pd – sottolinea Simone Rimondi di Civicamente Samoggia – che come sempre mette sul piatto prima i propri nomi e poi il programma. Difficile aprire una trattativa". Rimondi tace sulle prossime mosse dei civici samoggini. "L’8 febbraio – rivela – i 5 Stelle devono sciogliere la riserva se andare o no in coalizione con il Pd". Giochi ancora da fare anche in casa centrodestra. "Una cosa è certa – assicura Domenico Nobile, coordinatore di zona per Fratelli d’Italia – c’è un civico a disposizione. È un cattolico con una lunga esperienza politica. Non posso dire di più. Confermo solo che c’è anche il benestare di Forza Italia".

Nicodemo Mele