Il summit in Regione sul futuro delle fiere, tra la possibile fusione Bologna-Rimini e il ruolo di Cassa depositi e prestiti, si farà martedì. Rimandato causa impegni del governatore Stefano Bonaccini, l’incontro con l’assessore regionale Vincenzo Colla, i sindaci Virginio Merola e Andrea Gnassi (Rimini), e i presidenti di BolognaFiere Calzolari e Ieg Cagnoni è stato fissato per la prossima settimana. Intanto sul tema fiere torna l’assessore Davide Conte (foto), sollecitato in Question time dall’assessore M5s Marco Piazza. Considerando le difficoltà del momento (Calzolari ha parlato l’altro giorno di un fatturato al 30 per cento rispetto a quello del 2019) e la necessità di un’iniezione di liquidità, come sollecitato da Merola in pressing su governo e Regione, "l’intervento deve arrivare", ha detto Conte. "Nel caso contrario, ci saranno problemi per tutti i lavoratori, compresi quelli a tempo indeterminato". Ma se è giusto aspettare l’aiuto da Roma, "è comunque necessario non fare più solo una politica di campanile, di piazza, o di torri, ma una strategia di via Emilia con processi aggregativi regionali che sono fondamentali in tutti i comparti".