Un'operatrice sanitaria al lavoro con la mascherina
Un'operatrice sanitaria al lavoro con la mascherina

Bologna, 29 marzo 2020 – Il punto dolente - spiega il commissario all'emergenza coronvirus Sergio Venturi - restano le case di riposo che sono i veri focolai di contagio ancora rimasti attivi. Come quello nella struttura per anziani Sant'Anna e Santa Caterina di Bologna, dove le vittime sono salite a otto.

Per il resto, i numeri della provincia di Bologna contentuti nel nuovo bollettino regionale non destano particolari preoccupazioni: 157 nuovi contagi (ieri erano stati 162). Ma ci sono anche stati 12 nuove vittime (una delle quali nel circondario imolese). Nel complesso, i contagiati tra Bologna e provincia sono attualmente 1.504, dei quali 239 nel territorio di riferimento dell’Ausl di Imola.

Leggi anche - Coronavirus Emilia Romagna, quasi cento morti in un giorno. "Numeri ancora alti"

“Continua il trend osservato nei giorni precedenti – afferma il commissario ad acta all’emergenza, Sergio Venturi, guardando alla situazione regionale – quindi una moderata riduzione dei casi percentuali, confermati dalla riduzione degli accessi in Pronto soccorso e, attraverso il 118, in ospedale per polmonite interstiziale. Purtroppo, è ancora alto il numero dei decessi, ma ci aspettiamo comunque una significativa riduzione sia dei contagi che dei decessi nei prossimi giorni. Ma non è questo il momento di mollare: rispettiamo tutti regole e restrizioni”.



Nel frattempo, continua senza sosta il lavoro all’interno della rete ospedaliera per attuare il piano di rafforzamento dei posti letto disposto dalla regione. Sono 908 nell’area metropolitana di Bologna e Imola (159 terapia intensiva),

Nell’hub del Sant’Orsola è entrato in funzione il padiglione Covid, il 25, oltre al Bellaria, già Covid hospital che funzionerà come tale anche per l’imolese. Sempre a Bologna, nell’ambito del nuovo accordo con l’Associazione italiana ospedalità privata (Aiop) si sono aggiunte le case di cura Vill’Alba e Villa Erbosa, entrambe dotate di posti letto per la Terapia Intensiva, Villa Laura con 32 nuovi posti letto attivati e il San Giovanni con 52 nuovi posti letto.

Leggi anche Emilia Romagna, pm10 alle stelle – Bollette e mutui: come funziona – La nuova autocertificazione