Bologna, 17 ottobre 2020 – Contagi da Coronavirus più che raddoppiati in soli due giorni in provincia di Bologna. Secondo quanto emerso dal bollettino diffuso dalla Regione oggi, 17 ottobre, i nuovi casi di Covid nell’area metropolitana sono 153 (ieri 110, il giorno prima 69).

LEGGI ANCHE Positiva al Covid un'artista del coro del Comunale  Impennata di casi. Contagi anche sui bus 

La mappa del contagio

Dei 153 nuovi casi, 82 sono sintomatici e 71 asintomatici. Questi ultimi sono stati individuati: 28 per contact tracing, 9 con test per categoria, 3 con test pre ricovero, per 31 è ancora in corso l’indagine epidemiologica. Dei 153 casi complessivi, 46 sono riconducibili a focolai e 107 sporadici.

LEGGI ANCHE  Il bollettino coronavirus in Italia: le cifre di oggi - La situazione in Emilia Romagna

Terapia intensiva

Le persone ricoverate in terapia intensiva nella provincia di Bologna sono 28 (1 in più di ieri); mentre Imola resta ferma a 1. Sempre per quanto riguarda il circondario imolese, i nuovi contagi oggi sono 12, di cui 11 sintomatici.

Il contagio nelle scuole del circondario 

Tre sono in ambiente scolastico: il primo caso riguarda un docente della scuola primaria Rodari di Imola, sintomatico, ma già in isolamento in quanto contatto stretto di caso, dalla cui indagine epidemiologica è emersa la non necessità di isolare e/o sottoporre a tampone alcuna classe;

Il secondo caso riguarda un alunno della scuola primaria Casadio di Imola, individuato attraverso attività di contact tracing a seguito di casi precedenti, già in isolamento, per il quale non è stato necessario prendere alcun provvedimento;

Il terzo caso riguarda un docente della scuola primaria Cappuccini di Imola, sintomatico ma già in isolamento in quanto contatto stretto di caso per cui è stato previsto il tampone di tutti i contatti scolastici.

Il nuovo Dpcm

Il Stefano Bonaccini ha parteciato oggi al summit alla Protezione civile tra il governo e la Conferenza delle Regioni, di cui è presidente. Si è parlato di quali misure inserire nel nuovo Dpcm in arrivo, che prevederà nuove strette per contenere la seconda ondata della pandemia. Bonaccini si è detto favorevole all'introduzione della didattica a distanza per gli studenti delle superiori, soprattutto per quelli che frequentano gli ultimi anni, e anche all'aumento del ricorso allo smart working. Ma il presidente ha chiesto al governo di non prevedere una chiusa generalizzata di palestre e piscine, valutando di stralciare "almeno le squadre, che possono rispettare i nuovi protocolli".

Covid, le altre notizie di oggi

Il prof dei vaccini: fuori dal Covid nel 2021. "Siero e anticorpi, ecco come ci salveremo"

"Ma ora basta, parliamo troppo del Covid". Il j’accuse di Massimo Fini

Coronavirus, in Germania quasi 8.000 contagi. Austria, positivo ministro

Le news dalla regione

Nuovo Dpcm, Bonaccini "No alla chiusura di palestre e piscine"

Bologna, impennata di casi. Contagi anche sui bus

Forlì, stop alle visite nelle case di riposo