Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 apr 2022

Quarta dose vaccino covid a rilento a Bologna, Pregliasco: "Proteggetevi"

Finora 4.244 prenotazioni tra gli over 80 e i fragili dai 60 ai 79 anni. Bauleo (Fimmg): "Noi, medici di base, pronti a vaccinare nei nostri ambulatori"

20 apr 2022
donatella barbetta
Cronaca
Il virologo Fabrizio Pregliasco
Quarta dose covid per over 80 e fragili
Il virologo Fabrizio Pregliasco
Quarta dose covid per over 80 e fragili

Bologna, 20 aprile 2022 - La quarta dose contro il Covid va a rilento. Non c’è la corsa degli over 80, come all’inizio della campagna vaccinale, quando i più anziani si erano messi in coda davanti alle farmacie in cerca di una prenotazione. NUMERI IN CALO L’Ausl ha aperto le agende da mercoledì della scorsa settimana e finora, su una platea di circa 87mila persone, hanno fissato l’appuntamento appena 4.244 persone, ma mentre il primo giorno le prenotazioni sono state 1.321, man mano il numero si è ridotto, per scendere fino ai 106 prenotati del giorno di Pasquetta. Certo, le feste non aiutano, tuttavia finora la voglia di proseguire con il ciclo di immunizzazione sembra davvero poca. Il secondo richiamo è dedicato agli over 80 e ai soggetti fragili, tra i 60 e i 79 anni, e agli ospiti di Cra e Rsa. Sono esclusi coloro che hanno contratto il Covid dopo la prima dose booster. Comunque, gli over 80 sono davanti ai più ’giovani’. Il primo giorno si sono fatti avanti 1.117 grandi anziani, 123 tra i 70 e i 79 anni, e 81 tra i 60 e i 69 anni. Lunedì erano rispettivamente a quota 76, 15 e 15. Stop mascherine al chiuso: "Il Covid non aumenterà" IL CONSIGLIO AGLI INDECISI "La copertura vaccinale si riduce dopo 4 mesi, soprattutto negli anziani, e la nuova variante Omicron è contagiosissima, quindi consiglio agli ultraottantenni e ai fragili di sottoporsi al secondo booster per evitare rischi – sottolinea il virologo Fabrizio Pregliasco, docente all’università Statale di Milano –. C’è l’esigenza di dare una risposta anche di memoria al sistema immunitario, oltre che di produzione di anticorpi. Se conviene aspettare l’autunno? No – risponde lo specialista, direttore sanitario dell’Ircss Galeazzi di Milano –, perché durante l’estate la circolazione del virus proseguirà e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?