Bologna, 23 febbraio 2021 – Due giorni di tamponi a tappeto e vaccinazioni nel cuore del nostro Appennino, in un quadrante caratterizzato dall'insorgere di nuovi focolai e da un'alta età media della popolazione. Scatterà domani, mecoledì 24 febbraio, il via alla campagna di screening di massa 'drive through' pensata dalle autorità sanitarie locali e regionali per contenere la diffusione del Coronavirus nel comune di San Benedetto Val di Sambro e nelle frazioni di Monteacuto Vallese, Madonna dei Fornelli, Castel dell'Alpi, Cedrecchia e Zaccanesca.

I dati Il bollettino Covid del 23 febbraio

Il mezzo saranno i tamponi molecolari ai quali verranno sottoposti tutti i residenti che si recheranno, dalle 14 alle 18, all'impianto sportivo di San Benedetto in via Caduti del Lavoro, mentre nel plesso scolastico di via Marconi 48 sarà allestito, contestualmente, un punto vaccinale riservato agli over 85 già tamponati, aperto dalle 14 alle 19.

"Domani, a San Benedetto Val di Sambro, si faranno le prime vaccinazioni, vista l'incidenza dei contagi in quel comune dell'Appennino bolognese", scrive l'assessore regionale alla Salute, Raffale Donini, su Facebook. Da domani, dunque, dalle ore 12, i locali ambulatori di Medicina Generale accoglieranno, i primi 20 operatori scolastici che riceveranno la loro dose di vaccino, mentre dopodomani, giovedì 25, le operazioni di tamponamento e vaccinazione si ripeteranno, negli stessi luoghi e con gli stessi orari, per i residenti di Pian del Voglio, Ripoli, Montefredente, Sant'Andrea, Qualto e Pian di Balestra.

Il solo requisito per prendere parte a un programma definito da Donini, “un'iniziativa importante, che in un tempo rapidissimo ci consente di testare la popolazione di un territorio in cui il virus si sta diffondendo a velocità preoccupante”, è la presentazione di un documento di identità validato, da esibire, senza bisogno di prenotazione, assieme alla tessera sanitaria. “La sfida per la nostra organizzazione è quella di avere un ruolo proattivo rispetto alla gestione del Covid ed essere in grado di concentrare in un paio di giornate vaccinazioni, attività di tracciamento e tamponi”, ha commentato Paolo Bordon, direttore generale dell'Azienda Usl di Bologna.

Alessandro Santoni, sindaco di San Benedetto V.d.S., ha invece parlato di “iniziativa che consentirà di dare la giusta misura all'attuale situazione, augurandoci di consolidare il trend incoraggiante già fatto registrare dai primi dati sulla popolazione studentesca e sperando che si possa smettere di parlare di zona rossa”.