Il ritorno a scuola ha avuto già un primo stop con i contagi in tre licei bolognesi
Il ritorno a scuola ha avuto già un primo stop con i contagi in tre licei bolognesi

Bologna, 18 settembre 2020 - Tre alunni con tampone positivo, ma asintomatici, nei licei scientifico Righi, classico Minghetti e linguistico Laura Bassi. "Questi sono i primi casi positivi di Sars-CoV-2", spiega Paolo Pandolfi, direttore del Dipartimento di Salute pubblica dell’Ausl. Durante i corsi di recupero "abbiamo sottoposto a controlli alcuni studenti che avevano avuto contatti con persone positive. I controlli hanno poi avuto un esito negativo". Tre positivi e, a cascata, una novantina tra studenti e professori tutti in fila, oggi, in via Boldrini per il tampone di verifica. Una trentina per ogni liceo. Due su tre sono frutto di "attività di routine", spiega Pandolfi, mentre il terzo è uno sportivo che gioca a basket in una società che lo ha sottoposto al test. Negli istituti la notizia è deflagrata in tarda mattinata.

Aggiornamento Altri due studenti positivi

Per approfondire Il bollettino del 18 settembreDue ragazzi positivi anche a Ravenna - Classe in quarantena a Cesena

Al Laura Bassi (1.410 studenti e tre sedi: in via Sant’Isaia quella centrale, in via Broccaindosso la succursale, in via del Riccio il liceo musicale), "abbiamo scelto di non far venire domani (oggi, ndr) a scuola la classe", spiega la preside Maria Grazia Cortesi. Una decisione assunta, ieri mattina, in via precauzionale in attesa dell’esito del tampone che è arrivato nel pomeriggio. L’altro interrogativo che sorge spontaneo è: didattica a distanza sì o no? "Ci prenderemo tutti il tempo per decidere dato che siamo anche sede elettorale" e quindi chiusi per forza. Il nodo, sottolinea la preside, non è tanto attivarla, ma chi mettere in cattedra. "Aspettiamo indicazioni", osserva la preside. Anche perché se i docenti sono in isolamento, è evidente che siano in malattia. Da chi farli sostituire? Se gli altri colleghi sono in classe, si potrebbe provare con i supplenti, ma le nomine sono ancora in corso e "alcune cattedre sono ancora scoperte".

Che ci fosse qualcosa nell’aria, al liceo scientifico Righi (1.660 studenti e due sedi, la principale in viale Pepoli e la succursale di via Tolmino) lo si era intuito dalla chat della classe che, giovedì sera, parlava di un tampone. Fiato sospeso e tanti interrogativi e dubbi sul da farsi. A dare indicazioni su come muoversi ci ha pensato l’Ausl che, verso le 12, si è presentata in viale Pepoli per un giro di controllo sui presidi messi in atto dal liceo. Alle 14, il referto: positivo. Risultato i ragazzi di quarta e i professori oggi andranno in via Boldrini per sottoporsi ai test. Alcuni ragazzi sono rimasti a casa in via precauzionale, da questa mattina lo saranno tutti.

Infine, c’è il Minghetti, unico dei tre licei coinvolti che ha anche la quarte e le quinte in fiera (1.238 studenti e quattro sedi in via Nazauro Sauro, vicolo Stradellaccio, via Saragozza e, appunto, la nuova sede nel padiglione 34). Oggi anche per questo liceo Classico si capirà il da farsi.