Bologna, 9 febbraio 2017 - La biblioteca del 36 è di nuovo chiusa. La polizia e i carabinieri sono intervenuti per sgomberare i locali dell'Università (foto), riaperti dai collettivi alle 14, dopo che l'Ateneo aveva deciso di chiuderla come conseguenza all'azione di ieri degli antagonisti che avevano smontato i tornelli di accesso.

Gli agenti in tenuta antisommossa hanno fatto irruzione improvvisamente al 36 poco dopo le 17.30 spintonando gli studenti che avevano fatto cordone all'ingresso per evitare l'avanzata degli agenti. Alcuni studenti sono scappati subito all'esterno, mentre superato l'ingresso del 36 polizia e carabinieri sono entrati in aula studio, dove alcuni attivisti e probabilmente qualche studente, stavano studiando. Anche qui è partita una carica con i ragazzi che si sono rifugiati sul soppalco dell'aula e qualcuno ha iniziato a lanciare sedie e attaccapanni contro gli agenti che hanno risposto con un'altra carica.

Al termine degli scontri (video), durati una decina di minuti, i ragazzi si sono trasferiti al 38 dove si sono barricati, mentre altri sono stati allontanati in piazza Scaravilli, non prima di aver attaccato il rettore 'che ha fatto entrare la celere all'università - ha detto un attivista -. Avevamo chiesto un incontro e invece ci hanno fatto caricare'. 

AGGIORNAMENTO - Gli scontri sono poi proseguiti in piazza Verdi

ZAMBONIGC_20490310_182838