Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
9 dic 2021

Cuccioli dall’Est per Natale: carico sequestrato in Autosole

Gli animali erano a bordo di un furgone controllato dai veterinari dell’Ausl e dalla polizia stradale

9 dic 2021
Un veterinario dell’Ausl e un agente della polizia stradale assistono uno dei cuccioli trovati nel furgone proveniente dall’Ungheria
Un veterinario dell’Ausl e un agente della polizia stradale assistono uno dei cuccioli trovati nel furgone proveniente dall’Ungheria
Un veterinario dell’Ausl e un agente della polizia stradale assistono uno dei cuccioli trovati nel furgone proveniente dall’Ungheria
Un veterinario dell’Ausl e un agente della polizia stradale assistono uno dei cuccioli trovati nel furgone proveniente dall’Ungheria
Un veterinario dell’Ausl e un agente della polizia stradale assistono uno dei cuccioli trovati nel furgone proveniente dall’Ungheria
Un veterinario dell’Ausl e un agente della polizia stradale assistono uno dei cuccioli trovati nel furgone proveniente dall’Ungheria

Cinquanta cuccioli, 48 di cane e due di gatto, sono stati sequestrati l’altra sera dalla Polizia stradale, con il supporto dei veterinari dell’Azienda Usl di Bologna, al casello di Pian del Voglio sull’Autostrada del Sole. I poliziotti hanno infatti scoperto gli animali controllando un furgone proveniente dall’Ungheria e diretto in Campania: i cuccioli erano di varie razze, carlino, bulldog francese, bassotto e cavalier che sono stati temporaneamente affidati a enti e associazioni animaliste. L’intervento, che ha riscontrato irregolarità nel trasporto, fa parte di un’attività di controllo per contrastare il traffico irregolare di cuccioli provenienti dall’Est, che si intensifica in vista del Natale.

Nell’occasione, l’Usl invita ancora una volta a diffidare di annunci su Internet e "staffette" che prevedano trasferimenti o acquisti di animali nelle piazzole o nei pressi delle uscite dell’autostrada. L’adozione di un cane deve essere fatta in maniera consapevole e sicura, rivolgendosi direttamente ai canili e gattili del territorio, dove sono presenti operatori formati per fornire le informazioni necessarie e animali con le opportune garanzie sanitarie.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?