Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Digitale, la sfida: "Sulla app anche pacchetti per la Coppa Davis"

Gli obiettivi delle istituzioni "Vendiamo già i biglietti per tutte le mostre, arriverà anche la Pinacoteca"

Uno degli obiettivi dichiarati di Bologna Welcome per il futuro è quello di potenziare l’aspetto digitale della promozione turistica, e un passo in avanti significativo lo anticipa Giovani Trombetti. "Soprattutto i turisti stranieri ci chiedono spesso un accesso più veloce, più smart, più immediato alle tante componenti del turismo, dalle mappe ai biglietti – spiega il presidente di Bologna Welcome –. Ecco perché stiamo da tempo potenziando la nostra ‘web app’ My Bologna, che appunto non si scarica, ma che invece raggiungibile semplicemente con un browser di internet". Ultimamente diverse sono state le aggiunte al servizio. "Abbiamo inserito la possibilità di fare i biglietti per i musei e la cosa funziona bene – spiega ancora Trombetti –. Con queste possibilità di acquisto tutte online riusciamo a ottimizzare l’offerta e i turisti ne approfittano. Ora non è possibile, ma inseriremo anche la Pinacoteca tra le struttura visitabili attraverso un biglietto comprato su My Bologna, è una meta richiesta e vogliamo che l’offerta sia sempre più facile, sempre più a dimensione del turista, come del resto ci viene chiesto".

Un grande evento che arriverà dopo l’estate sarà un altro test importante per il ticketing online. "La Coppa Davis, che sarà a Bologna a metà settembra, rappresenterà un appuntamento importantissimo e imperdibile. Per questo daremo la possibilità di vendere i biglietti dell’Unipol Arena anche sulla nostra web app. Non solo – continua il presidente di Bologna Welcome –, daremo la possibilità anche di comprare dei pacchetti, dove potrebbero esserci per esempio il pernottamento o altre esperienze turistiche. E’ importante che l’offerta dia questa possibilità, abbiamo tante tipologie di turisti e vogliamo potenziare al meglio anche il digitale". L’esperienza sarà multipla per alcuni prodotti. "Per la Pinacoteca potremmo fare come per Art City e Arte Fiera, proponendo degli eventi anche fuori dal museo, stiamo ragionando su eventi per come metterla a sistema, per ‘brandizzarla’ per così dire. Le opportunità sono tantissime – aggiunge Trombetti –, le mostre di Dalla e Pasolini stanno andando benissimo. Non ci resta che continuare a spingere. Per l’estate speriamo tanto anche nell’aiuto del Marconi, con l’aeroporto ovviamente siamo in continuo colloquio, le nuove tratte che arrivano da Svezia e Nord Europa sono molto promettenti, c’è voglia di città d’arte e Bologna aspetta i turisti a braccia aperte".

pa. ros.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?