Massima sicurezza per il Covid-resort e basta tagli al servizio ospedaliero. L’amministrazione comunale di Vergato ha inoltrato alla Regione e alla direzione del Distretto socio-sanitario una richiesta di tutela per i servizi già esistenti e garanzie su futuri potenziamenti. Il sindaco Giuseppe Argentieri ha commentato l’iniziativa della sua giunta: "Con questa misura chiediamo garanzia sulla sicurezza legata alla trasformazione dell’ospedale...

Massima sicurezza per il Covid-resort e basta tagli al servizio ospedaliero. L’amministrazione comunale di Vergato ha inoltrato alla Regione e alla direzione del Distretto socio-sanitario una richiesta di tutela per i servizi già esistenti e garanzie su futuri potenziamenti.

Il sindaco Giuseppe Argentieri ha commentato l’iniziativa della sua giunta: "Con questa misura chiediamo garanzia sulla sicurezza legata alla trasformazione dell’ospedale in Covid-resort e una continuità del pronto soccorso nell’orario diurno. Abbiamo richiesto che vengano mantenute le misure necessarie a garantire lo svolgimento delle operazioni ordinarie e, quando la situazione sarà risolta, auspichiamo si possa fare un bilancio per ripristinare il livello di servizio precedente". Da mercoledì scorso il reparto Covid-19 è al completo con 36 pazienti ricoverati in condizioni non più gravi e senza necessità di ventilazione.

"Il pronto soccorso – prosegue Argentieri – è anche attrezzato per garantire ai medici incaricati l’accesso all’area Covid-19 in totale sicurezza. Questo aspetto è positivo perché permette fin dal principio una gestione attenta del personale in ingresso, garantendo i controlli necessari per la tutela degli operatori e del pubblico". Il primo cittadino ha voluto sottolineare l’importanza di un cambio di passo per il futuro della struttura: "Ci aspettiamo che la centralità geografica rappresenti un valore in più per nuovi investimenti. Le motivazioni dei recenti cambiamenti sono state comprese, ma dal nostro punto di vista c’è necessità di un dialogo costruttivo per non alimentare ulteriormente le paure dei cittadini dopo il piano di riordino che ha fortemente penalizzato l’ospedale negli ultimi anni".

Anche Marta Evangelisti di FdI si allinea al pensiero del sindaco vergatese: "Una volta terminata questa fase, ci si deve far carico di sostenere il ruolo del presidio ospedaliero di Vergato come plesso fondamentale all’interno della rete sanitaria bolognese, a maggior ragione se consideriamo le scelte odierne. Alla struttura va destinato un potenziamento sia sui servizi che sul personale. Per questo ho provveduto al deposito di una interpellanza in Città Metropolitana sulla quale mi aspetto di ricevere risposta al più presto".

Rico Fanti