La pandemia in atto,

i nomadi indisturbati. Non solo ai Prati di Caprara,

i cittadini denunciano il comportamento sregolato di zingari e sinti anche nel cuore del centro storico: in Strada Maggiore. "Da mesi, purtroppo, si nota la sempre più numerosa presenza di nomadi, dediti al consumo di droga e all’accattonaggio, che vivono sotto i portici – raccontano i membri del Comitato cittadini del quartiere Santo Stefano –. Crediamo che questa situazione non sia più tollerabile". Un appello alle forze dell’ordine "per intervenire in maniera urgente e riportare il decoro nella via". "Anche altri residenti sollecitano quotidianamente un intervento, pur senza aver avuto riscontro – concludono i residenti –.

È il momento di agire".