Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mag 2022

Blitz anti droga al Pilastro Bologna: coinvolta anche la famiglia a cui citofonò Salvini

L'indagine è nata dall'omicidio di Nicola Rinaldi, ucciso a 28 anni nell'agosto del 2019: 43 gli indagati e 25 le misure cautelari. Salvini: "Il tempo è galantuomo"

26 mag 2022

Bologna, 26 maggio 2022 - Quarantatre indagati e 25 misure cautelari: questi i numeri della maxi operazione anti droga al Pilastro. La polizia, sin dalle prime ore della mattina, nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia, ha eseguito le misure restrittive a carico di indagati che risiedono prevalentemente nel quartiere Pilastro del capoluogo emiliano. Tra gli arrestati anche il padre del giovane al quale citofonò il leader leghista Matteo Salvini chiedendo se in quella casa si spacciava. In manette è finito infatti il padre, Fauzi Labidi, indagata invece la madre, mentre uno dei due figli, quello che ricevette la famosa citofonata da Salvini, ha ricevuto l'obbligo di permanenza a casa. Il secondo figlio di Fauzi Labidi risulta latitante.  Bologna, il blitz al Pilastro contro i re della cocaina  Non solo droga: storia nera di un quartiere duro L'indagine è scattata dopo l'omicidio di Nicola Rinaldi, 28 anni, che nell'agosto 2019 venne accoltellato in via Frati dal vicino di casa Luciano Listrani da cui era andato per riscuotere un debito di spaccio. L'accertamento ha consentito agli investigatori di ricostruire le azioni di un nucleo familiare che, secondo quanto emerso, aveva un ruolo prioritario ed esclusivo nel traffico di sostanze stupefacenti, in prevalenza cocaina e hashish, e che si avvaleva di diversi giovani, anche minorenni, per lo spaccio in strada. Gli accertamenti hanno documentato numerose cessioni di sostanze stupefacenti. I proventi arrivavano a circa 50mila euro al mese solo per la vendita di cocaina.   Più di cento operatori della polizia in campo, fra personale della squadra mobile, equipaggi del reparto prevenzione crimine e della polizia scientifica, unità cinofile, reparto volo e reparto mobile. Salvini: il tempo è galantuomo "Scusi, lei spaccia?", aveva chiesto Matteo Salvini al citofono di un'appartamento del Pilastro poco prima delle elezioni regionali del 2020. E fu travolto dalle critiche. Ora, dopo questa ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?