Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 giu 2022
29 giu 2022

È caccia ai piromani delle rotoballe Cinque incendi in pochi giorni

I carabinieri stanno indagando sui roghi dolosi che interessano le campagne tra Persiceto e Sant’Agata Bolognese

29 giu 2022
Uno degli ultimi incendi dolosi ha interessato un fienile nelle campagne di Sant’Agata. I carabinieri stanno indagando per trovare i responsabili
Uno degli ultimi incendi dolosi ha interessato un fienile nelle campagne di Sant’Agata. I carabinieri stanno indagando per trovare i responsabili
Uno degli ultimi incendi dolosi ha interessato un fienile nelle campagne di Sant’Agata. I carabinieri stanno indagando per trovare i responsabili
Uno degli ultimi incendi dolosi ha interessato un fienile nelle campagne di Sant’Agata. I carabinieri stanno indagando per trovare i responsabili
Uno degli ultimi incendi dolosi ha interessato un fienile nelle campagne di Sant’Agata. I carabinieri stanno indagando per trovare i responsabili
Uno degli ultimi incendi dolosi ha interessato un fienile nelle campagne di Sant’Agata. I carabinieri stanno indagando per trovare i responsabili

E’ caccia, nelle campagne tra Persiceto e Sant’Agata, ai piromani delle rotoballe. Negli ultimi giorni si sono registrati almeno cinque incendi dolosi appiccati a rotoballe da foraggio e paglia e ad un fienile. Lo denuncia la Coldiretti per voce del vice presidente di Bologna, Luigi Maccaferri, che è anche referente per la zona di Persiceto.

"Gli ultimi incendi – dice il vicepresidente – sono scoppiati a Sant’Agata, dove è stato dato alle fiamme addirittura un fienile, con ingenti danni, poi nel persicetano a Tivoli e ad Amola. Ed uno ma di lieve entità a Beni Comunali di Crevalcore".

Gli incendi scoppiano in piena campagna, non vicino a strade di percorrenza e pare che ci sia in azione una banda di piromani che ha preso di mira la paglia e il foraggio. Sono intervenuti i pompieri a spegnere le fiamme e sono state fatte denunce alle locali stazioni dei carabinieri. I militari dell’Arma dal loro canto hanno aperto le indagini ed hanno intensificato i controlli nelle zone rurali.

"I roghi – continua Maccaferri – sono stati appiccati in zone isolate non vicino a vie o strade e sempre di notte. Non parliamo dunque di autocombustione ma ci troviamo di fronte a veri e propri incendi dolosi. I danni sono nell’ordine di qualche migliaio di euro a parte quelli arrecati al fienile di Sant’Agata. In questo caso l’edificio sarà da ricostruire".

Le rotoballe in questa fase dell’anno sono in via di maturazione per poi in autunno debbono essere stoccate e poi portate negli allevamenti per alimentare il bestiame.

"Il foraggio – prosegue il vice presidente di Coldiretti – è destinato in gran parte alle mucche che danno il latte per la produzione del Parmigiano Reggiano, dunque stiamo parlando di un prodotto di alta qualità. La siccità, i furti di trattori, uno si è verificato ultimamente a San Matteo della Decima, ed ora gli incendi, stanno mettendo a dura prova i nostri agricoltori. E aleggia una grande preoccupazione. Perché adesso le rotoballe si trovano nei campi ma poi saranno spostate nei fienili e nei magazzini di ricovero foraggio. E se dovessero succedere incendi anche in queste strutture i danni sarebbero ingenti". E aggiunge: "Nell’occasione mi preme ringraziare i carabinieri perché si stanno dedicando fortemente al problema. E stanno pattugliando il territorio dando particolare attenzione, visti i roghi che ultimamente sono stati appiccati, alle zone rurali".

Pier Luigi Trombetta

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?