Un nuovo ‘mestiere’, l’educatore alla lettura,

e un corso per formare e impiegare 12 ragazze e ragazzi: è l’obiettivo del progetto ‘Rileghiamoci’, coordinato dal dipartimento Cultura del Comune e dal ‘Patto per la lettura’ insieme all’associazione Hamelin. L’obiettivo è formare un mediatore culturale capace di promuovere il dialogo e l’inclusione attraverso storie, parole e immagini. Il progetto è parte delle Scuole di Quartiere promosse dal Comune, con un investimento (grazie a fondi Ue) di 10 milioni, che nel primo anno di vita hanno coinvolto 5mila ragazzi con 19 progetti. Ma verranno coinvolti anche gli anziani: ‘Dalle parole agli atti’, progetto di Auser, offre formazione digitale per web e social e sei laboratori teatrali online.