Bologna, 9 agosto 2018 - «Almeno 10 milioni di euro». È la stima provvisoria del Comune sui danni provocati dall’esplosione dell’autocisterna in autostrada che tre giorni fa ha fatto tragicamente registrare un morto e 145 feriti (FOTO). Con un Quartiere, Borgo Panigale, ferito. Ma fiero nel rialzarsi. E per rimettere in piedi le attività commerciali e riparare ogni crepa ci vorranno tempo e denaro. Dieci milioni probabilmente non basteranno, nuove stime potrebbero rivelare somme più ingenti. Il doppio, il triplo, inutile per ora, dice il Comune, ipotizzare nuoci scenari.

«Stiamo lavorando – spiega l’assessore alla Sicurezza e alla Protezione Civile, Alberto Aitini –, a essere colpite maggiormente sono state le due concessionarie che hanno riportato danni sia strutturali sia alle diverse auto bruciate dalle fiamme, circa 5 milioni di euro. Poi ci sono danni di media gravità, a infissi o strutture».

DANNIBORGO_32902606_190754

Danneggiate anche molte abitazioni: «Solo per due unità abitative – conclude l’assessore –, ci sono stati danni strutturali, anche se non gravi tanto che, nei prossimi giorni, contiamo che le famiglie possano rientrare nello loro case». Altre 50 case hanno avuto danni lievi. Stime un po’ più precise sono state eseguite sugli edifici pubblici, comprese due scuole: i danni non dovrebbero superare i 40/50mila euro.

LEGGI ANCHE Come chiedere i rimborsi

La macchina dei risarcimenti, intanto, sta per partire, i contatti sono già tantissimi. A Palazzo d’Accursio stanno valutando se licenziare dalla giornata di oggi, al massimo domani, un modulo per ‘censire’ tutti i danni. In pratica il cittadino dovrebbe documentare anche con foto i danni subiti.

Sarebbe il Comune a farsi da tramite con la compagnia assicurativa della Loro Fratelli Spa, l’azienda proprietaria dell’autocisterna coinvolta nell’incidente di lunedì, che poi incaricherebbe i propri periti. L’alternativa, forse più veloce, è la diffusione ai cittadini, via online, di un modulo già predisposto con la compagnia assicurativa coinvolta. Un’opzione che sta prendendo piede, d’accordo con la Regione.

image

In ogni caso, da parte della Loro Fratelli Spa c’è la piena collaborazione con il Comune e ieri Palazzo d’Accursio ha confermato un dettaglio importante: «Abbiamo preso contatto con l’avvocato Lucio Zarantonello che rappresenta l’azienda Loro Fratelli Spa. Il legale ha assicurato che il massimale assicurativo dell’azienda è tale da poter affrontare tutti i risarcimenti.

Il Comune si impegna ad agevolare il contatto tra i singoli cittadini colpiti, le aziende, gli esercizi commerciali e l’assicurazione che gestirà tutte le pratiche di risarcimento. Nei prossimi giorni il Comune farà sapere le modalità». «Vogliamo essere un tramite concreto per i cittadini che sono stati colpiti dall’incidente», conclude il sindaco Virginio Merola.

Guarda tutti i video