Riceviamo da una nostra lettrice una segnalazione relativa alla Faggiona di Rombicciaio, un albero del nostro Appennino che, recentemente, è rimasto ’ferito’ dal tempo che passa e forse dal troppo peso della neve. La nostra lettrice racconta quanto quest’albero faccia parte della storia secolare del territorio e si appella alle istituzioni per una maggior cura e manutenzione, in modo da scongiurare altri problemi che ne potrebbero pregiudicare la vita.

Quando il bosco si apre in una radura, appare lei, la Faggiona di Rombicciaio. Stiamo parlando del Sentiero 101 che da Pian dello Stellaio si dirige verso Porta Franca, dove si trova l’albero tra i simboli dell’Appennino, inserito addirittura nell’elenco degli alberi monumentali dell’Emilia Romagna ai sensi della legge regionale 21977.

Punto di ritrovo e riferimento per gli spostamenti tra le province di Bologna e Pistoia, ma anche di preghiera; è proprio di pochi giorni fa la triste scoperta di un male che ha scalfito la sua forza, ovvero la rottura di uno dei tre tronconi portanti, dovuta presumibilmente ad un fulmine o al sovraccarico della neve. Fortunatamente l’albero continua a custodire e a proteggere la Madonnina all’interno della sua cavità, ma tuttavia per le conseguenze dell’accaduto, la pianta meriterebbe cure per evitare un peggioramento del suo stato.

Beatrice Lenzi